Saponara felice per il gol di tacco al 99' che determina il pari (Lapresse)
Saponara felice per il gol di tacco al 99' che determina il pari (Lapresse)

ROMA, 8 dicembre 2018 – Un altro pareggio, il quarto di fila per la Lazio, in una giornata amara che sembrava poter regalare altre emozioni ai biancocelesti. La Sampdoria la sblocca nel primo tempo con Quagliarella, Acerbi e Immobile la ribaltano in pieno recupero, ma al 99esimo Saponara si inventa una magia che vale il pareggio finale e rovina la festa dei tifosi laziali all'Olimpico.

Lazio-Sampdoria 2-2, rivivi la diretta testuale

Serie A, risultati e classifica

PRIMO TEMPO – Meglio la Lazio nella prima frazione di gioco all'Olimpico, ma alla fine a scendere negli spogliatoi in vantaggio è la Sampdoria. Al 13esimo i biancocelesti trovano la rete col solito Immobile, su un pasticcio di Audero, ma alla fine Massa annulla giustamente per fuorigioco. Pochi minuti dopo è Patric ad avere l'occasione per sbloccarla, ma il tiro di controbalzo dello spagnolo in area di rigore finisce alto sopra la traversa. Al 21esimo l'episodio che cambia la gara. Murru liberato in area da un passaggio filtrante, mette un pallone delizioso al centro per Quagliarella, che beffa la difesa biancoceleste e poi trafigge Strakosha. La Lazio risponde poco dopo ancora con Immobile, che si mette in proprio superando Anderson e Murru in velocità e calciando in porta. Audero si allunga ma non trattiene, Caicedo sulla respinta però sbaglia il tap in vincente. I biancocelesti si risvegliano nel finale, quando nel giro di 60 secondi creano due occasioni limpide. Al 45esimo Caicedo spizza il pallone per Immobile che supera Colley e calcia in diagonale sfiorando il secondo palo. Palo che salva la Sampdoria anche qualche secondo più tardi, sempre su un'iniziativa dell'attaccante partenopeo, che calcia da posizione defilata. Decisiva la deviazione di Bereszynski.

SECONDO TEMPO – La Lazio entra in campo arrabbiata e vogliosa di ribaltare la partita. La Sampdoria non si sbilancia e si limita a difendere il vantaggio. Ne esce fuori una seconda frazione a senso unico dove i biancocelesti creano, sprecano e sono anche sfortunati. Inzaghi al 52esimo decide subito di cambiare e inserire forze fresche. Fuori Badelj e Caicedo e dentro Correa e Cataldi. Al 71esimo l'azione più limpida dei capitolini in contropiede. Correa duetta con Immobile, che invola l'argentino verso la porta a tu per tu con Audero. Il portiere della Sampdoria si salva con i piedi tenendo a galla i suoi. L'ultima carta di Inzaghi è Luis Alberto. La porta doriana sembra stregata per la Lazio, che però al 79esimo trova il meritato pareggio. Su un calcio d'angolo Parolo col tacco devia verso il centro dell'area trovando Acerbi, che ci mette lo zampino e batte Audero risvegliando l'Olimpico. Sulle ali dell'entusiasmo gli uomini di Inzaghi si spingono ancora davanti e creano un'altra occasione limpida per passare in vantaggio. Lulic mette al centro un pallone delizioso per Milinkovic, che tutto solo da due passi colpisce indisturbato di testa, ma angola male spedendo clamorosamente fuori. Nei minuti di recupero però succede di tutto. Bereszynski al 92esimo stende Correa e si prende il secondo giallo lasciando i suoi in dieci. Sulla punizione successiva Andersen respinge il tiro di Luis Alberto con un braccio, Massa viene richiamato dal Var e assegna il calcio di rigore, che Immobile è freddissimo nel battere, facendo esplodere l'Olimpico. Il ritorno alla vittoria sembra ormai cosa fatta, ma al 99esimo Saponara si inventa una rete capolavoro, raccogliendo in area col tacco un pallone che sembrava destinato a finire preda della difesa della Lazio. Ne esce fuori un pallonetto delizioso che supera Strakosha e beffa i capitolini.

Tabellino

Lazio: Strakosha; Wallace (32' st Luis Alberto), Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Badelj (8' st Correa), Milinkovic, Lulic; Caicedo (8' st Cataldi), Immobile. A disp. Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Bastos, Caceres, Durmisi, Lukaku, Berisha, Murgia. All. S. Inzaghi.  

Sampdoria: Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Praet (25' st Jankto), Ekdal, Linetty; Ramirez (37' st Saponara); Caprari (21' st Kownacki), Quagliarella. A disp. Rafael, Belec, Ferrari, Tonelli, Rolando, Sala, Tavares, Vieira, Defrel. All. Giampaolo.  

Arbitro: Massa di Imperia. 

Reti: pt 21' Quagliarella (S); st 34' Acerbi (L), 51' rig. Immobile (L), 99' Saponara (S). Note: espulso Bereszynski (L) al 47' st per doppia ammonizione; ammoniti Caicedo, Immobile, Wallace (L), Linetty, Audero, Andersen, Saponara (S).