Lucas Leiva
Lucas Leiva

Roma, 16 maggio 2020 - Non vede l'ora di tornare in campo Lucas Leiva. Dopo l’intervento al ginocchio, il brasiliano ha cominciato la sua riabilitazione personale. Non ci pensa nemmeno a saltare qualche match, se il campionato riprenderà. Vuole dare il suo contributo alla squadra, in una stagione che in un modo o nell’altro rimarrà storica per la Lazio. E per questo sta lavorando sodo. Vuole farsi trovare pronto per lo sprint finale, dodici partite ancora da giocare. "Non è stato semplice, ho iniziato a pensare di sottopormi a questo intervento e non ero così sicuro. Entrare in ospedale in quel momento - ha ammesso in un'intervista rilasciata ai media brasiliani - era come entrare nell'occhio del ciclone, ma avevo preso tutte le precauzioni possibili". Poi sulla lotta scudetto contro la Juventus: "La vera sfida non penso sia quella con i bianconeri, ma con la Lazio stessa. Dovremo riprendere da dove eravamo rimasti, rinnovandoci e credendo che sia possibile, perché mancano solo una dozzina di partite. Ricordiamoci tutti che il nostro obiettivo prima di iniziare la stagione non fosse la vittoria dello scudetto, ma la qualificazione in Champions League, un traguardo che questo club non centra da molto tempo", ha concluso.

Intanto la squadra di Simone Inzaghi, anche oggi si è presentata a Formello. Niente allenamenti, bensì ulteriori test clinici di idoneità ai calciatori della prima squadra nel rispetto delle normative vigenti. Il tutto si è svolto presso il nuovo Lazio Lab, voluto fortemente da Lotito, grazie all’aiuto dei medici e infermieri della Clinica Paideia.