Martedì 16 Luglio 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Calcio

Juve-Atalanta 3-3: gol, emozioni e spettacolo. Doppietta di Lookman

La Dea va due volte in vantaggio, la Vecchia Signora una. Alla fine la sfida finisce senza vincitori e vinti

Lookman esulta dopo lo stacco di testa vincente del momentaneo 2-3 (Ansa)

Lookman esulta dopo lo stacco di testa vincente del momentaneo 2-3 (Ansa)

Torino, 22 gennaio 2023 - Gol ed emozioni a non finire fra Juventus e Atalanta. Il Sunday Night della 19esima giornata va in archivio sul 3-3, con le due squadre a scambiarsi la testa della gara più volte. Nel primo tempo, la Dea va immediatamente avanti con Lookman, ma la Vecchia Signora sorpassa con Di Maria e Milik. Nella ripresa invece Maehle pareggia, Lookman fa 2-3 e infine Danilo sigla l'ultima rete di un match sicuramente divertente, il cui risultato sorride sicuramente di più ai nerazzurri che ai bianconeri alla luce della note vicende giudiziarie.

Penalizzazione Juve, Grassani: "Per manovra stipendi rischio nuova sanzione"

Di Maria e Milik ribaltano la Dea

Allegri conferma le previsioni della vigilia, schierando Fagioli a centrocampo e confermando titolare Di Maria in supporto di Milik. Dall'altra parte la sorpresa si chiama Boga, preferito a Pasalic. L'Atalanta comincia con convinzione e viene subito premiata: al 5' Lookman lascia partire da dentro l'area dei piemontesi un sinistro violento che beffa Szczesny, assolutamente colpevole nell'occasione. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere, ma prima la conclusione di Locatelli non inquadra il bersaglio grosso, poi quella di Di Maria risulta troppo debole. La Vecchia Signora sale di colpi e al 24' Fagioli si guadagna il rigore per intervento di Lookman, ritenuto falloso dal direttore di gara solo dopo la revisione al Var. Sul dischetto si presenta Di Maria, che spiazza il connazionale Musso. La Juve è più in fiducia che mai e 10 minuti più tardi Di Maria inventa di tacco per Fagioli, il cui cross trova Milik, bravissimo a scaraventare in porta un destro imparabile per l'estremo difensore della Dea. Non succede praticamente più nulla fino all'intervallo. 

Quante emozioni

In apertura di ripresa la doccia gelata per la formazione di Allegri: brutto errore in uscita dei bianconeri, che regalano palla agli avversari, Lookman pesca Maehle in posizione regolare e il danese non perdona, battendo Szczesny. Il pessimo rientro in campo dagli spogliatoi costa ancor più caro alla Vecchia Signora, visto che al 53' Lookman svetta sul cross di Boga e di testa fa 2-3. I padroni di casa sono come un pugile all'angolo, serve un episodio per rialzare la testa ed è quello che capita al 66': su una punizione dal limite, Di Maria decide di toccare per Danilo, il cui rasoterra vale il nuovo pareggio. L'equilibrio può essere rotto da un momento a quell'altro visto che entrambe le compagini vogliono vincere. Al 73' ci prova Toloi, che impegna Szczesny. La chance per il 4-3 ce l'ha pure Miretti al 79': decisivo il recupero da dietro di de Roon, che salva i suoi. Il match vive un momento di stanca, poi i piemontesi riprendono a premere, ma il punteggio non cambia più.