Il baby-bomber Moise Kean festeggia il gol (Lapresse)
Il baby-bomber Moise Kean festeggia il gol (Lapresse)

Udine, 23 marzo 2019 - La marcia d'avvicinamento dell'Italia agli Europei 2020 comincia con un netto 2-0 rifilato alla Finlandia. In gol, entrambi alla prima gioia con la maglia azzurra, Barella nella frazione iniziale e Kean in quella conclusiva: è il miglior quadro di una Nazionale che, dopo le recenti delusioni, vuole cambiare volto e lo sta facendo nel segno del nuovo che avanza.

LA PRIMA DI BARELLA - Roberto Mancini sceglie un 4-3-3 con Kean e Bernardeschi a supporto di Immobile, ai quali spetta il compito di scardinare il difensivo 5-3-2 della Finlandia con Hamalainen e Pukki come terminali offensivi. L'Italia impatta meglio il match e infatti già al 7' si porta in vantaggio: a segnare è Barella, che dal limite, dopo una punizione di Verratti respinta da Sparv, scarica un destro al volo reso letale per Hradecky dalla deviazione di Vaisanen. Gli azzurri potrebbero raddoppiare già al 12' con la spaccata di Piccini, innescato da una gran discesa a sinistra di Kean. La risposta della Finlandia è affidata a qualche timida sortita orchestrata dal capitano Sparv, ma sono ancora gli uomini di Mancini ad andare più vicini al gol con i tentativi di Bernardeschi, Verratti e soprattutto Biraghi, che con un mancino alto vanifica il bel rimorchio di Barella, fresco della sua prima gioia con la maglia dell'Italia.

image

GIOIA KEAN - Chi invece non esulta da tempo con la casacca azzurra è Immobile, che a inizio ripresa ingaggia un duello a più tappe con Hradecky, vinto sempre dal portiere ospite. I finlandesi, complice qualche errore di troppo in uscita di Jorginho, salgono di ritmo senza mai tuttavia arrivare a spaventare Donnarumma almeno fino al 66': a sfiorare il pari è prima Pukki con un tiro al volo su cross di Lod che si spegne sull'esterno della rete e poi proprio con il numero 8, che conclude con un mancino alto. La Finlandia non colpisce e così l'Italia ne approfitta per chiudere i giochi al 74' con l'imbucata trasformata da Kean, servito da Immobile a sinistra: anche per l'attaccante della Juventus si tratta della prima gioia in azzurro, tra l'altro al match d'esordio da titolare. Nel finale c'è tempo per l'ingresso di Quagliarella, che va subito vicino al gol con una grande incornata intercettata da Hradecky e poi con un destro in corsa che si spegne sulla traversa: in entrambi i casi il bomber della Sampdoria è stato innescato da Bernardeschi. Il tris dell'Italia non arriva ma arrivano 3 punti d'oro con cui si apre la marcia di avvicinamento a Euro 2020.