Ivan Perisic
Ivan Perisic

Milano, 5 dicembre 2018 – Riportare l’Inter in Champions dopo 6 anni. E’ questo uno dei ricordi che Ivan Perisic conserva con più piacere della sua esperienza nerazzurra, con un particolare accento su quel match incredibile di Roma contro la Lazio. Di questo e di altro ha parlato l’esterno croato a Four Four Two.

CHE STRESS ALL’OLIMPICO – Si parte dalla rocambolesca vittoria di Roma con la Lazio: “E’ stata una partita molto stressante – ha ammesso Perisic – Credo riassuma perfettamente la stagione scorsa dell’Inter. Abbiamo rimontato due volte e alla fine vinto, è stata una grande emozione”. Un ritorno in Champions dopo sei anni, di fatto quel gruppo rimarrà nella storia del club nerazzurro: “Il club non andava in Champions da sei anni – ha proseguito Perisic – Per l’Inter è un periodo lunghissimo essendo una società importante. Per fortuna siamo stati capaci di riportare i colori nerazzurri nella massima competizione europea e sono contento di aver fatto parte di questa storia. Non è stato facile, anche perché il calcio italiano è migliorato tantissimo negli ultimi anni”.

COMPLETARE IL LAVORO – Perisic ha poi parlato del percorso effettuato fino a qui dall’Inter nell’attuale Champions. Serve completare l’opera: “Per prima cosa sono contento di giocare di nuovo la Champions, stavolta da protagonista visto che col Dortmund ero un dodicesimo uomo. Siamo partiti bene nel girone e ora dobbiamo completare il lavoro, ad ogni modo abbiamo dimostrato di potercela giocare con i migliori club europei”.

I CROATI E SPALLETTI – A Milano si è ormai creata una colonia croata, oltre a lui e Brozovic si è aggiunto Vrsaljiko: “E’ bello condividere queste esperienze con i compagni di nazionale, tutto diventa più facile quando c’è qualcuno che parla la tua stessa lingua. Sime Vrsaljiko? E’ un top player, ci aiuterà a raggiungere buoni risultati”. Poi si passa a Spalletti, decisivo nella sua permanenza. L’offerta del Manchester United era allettante ma il tecnico di Certaldo ha di fatto blindato Perisic: “Mi ha sempre mostrato un tremendo desiderio di trattenermi – ha ammesso Perisic – Questa cosa mi ha lusingato molto, non ho mai rimpianto la decisione di restare all’Inter”.