Beppe Marotta
Beppe Marotta

Milano, 19 dicembre 2021 - Consolidato il primato nerazzurro con la netta vittoria di Salerno: per il momento sfruttato il passo falso dell'Atalanta in attesa di Milan-Napoli, l'amministratore delegato Beppe Marotta si gode il lavoro svolto e la scelta di Simone Inzaghi come sostituto di Antonio Conte; le cose stanno andando molto bene tra bel gioco, risultati, rimonta in classifica e primato. Inzaghi è la nuova stella polare.

Si è inserito subito

Molto soddisfatto l'Ad del lavoro tecnico, nuovo punto di riferimento del club: "Inzaghi si è inserito subito nel nostro ambiente con il supporto di tutti i dirigenti ed è riuscito a dimostrare le sue qualità in maniera autentica - il suo commento a Novantesimo Minuto - Oggi rappresenta il vero valore aggiunto per il nostro Club e per l’area tecnica. Abbiamo trovato la nostra stella polare, capace di guidarci nel migliore dei modi". Parole al miele di Marotta che vede la sua Inter in linea con tutti gli obiettivi: "Inzaghi sta lavorando al meglio e il nostro obiettivo è ripetere il grande successo della scorsa stagione inseguendo tutti quanti con umiltà la seconda stella, che vediamo luminosa e che rappresenterebbe il nostro ventesimo scudetto". Scudetto e ottavi Champions, Inter in crescita: "Il ventesimo scudetto sarebbe un grande regalo per i nostri tifosi, per la nostra proprietà e per tutto il Club. Sarebbe il segno di una crescita ulteriore e questo già si è visto con la qualificazione agli ottavi di Champions che mancava da dieci anni", la chiosa dell'Ad.

Brozovic vuole restare

 

C'è anche il capitolo rinnovi da portare a termine, il riferimento è a Marcelo Brozovic, perno della imprescindibile della squadra: "Siamo contenti dei nostri giocatori in scadenza e per questo abbiamo avviato delle negoziazioni che speriamo di portare a termine con profitto. Brozovic è un giocatore molto importante e ha dimostrato la volontà di rimanere nell’Inter e quindi da parte nostra c’è grande felicità: adesso dobbiamo negoziare dal punto di vista economico, ma io sono molto ottimista.”

Leggi anche - Roma, con l'Atalanta primo successo con una big