Domenica 23 Giugno 2024
MANUEL MINGUZZI
Calcio

Inter, rischio rivoluzione in difesa: Scalvini e Smalling se partono Skriniar e de Vrij

I nerazzurri alle prese con i rinnovi di contratto dei due difensori, in caso di separazione occhi su Scalvini e Smalling

Chris Smalling

Chris Smalling

Milano, 27 dicembre 2022 - L’Inter deve prepararsi ad una eventualità che potrebbe non piacere. Se a gennaio il mercato non dovrebbe prevedere grossi scossoni, si cerca di portare avanti la pista Thuram, ma si punta sulle forze interne, Gosens in fascia e Lukaku davanti, in vista di giugno potrebbe invece esserci una mezza rivoluzione, soprattutto difensiva. Il nodo sono i rinnovi di contratto e il rischio di perdere un paio di giocatori a parametro zero.

Skriniar e de Vrij in scadenza, Scalvini e Smalling i sogni

Il primo giocatore a cui si fa riferimento è ovviamente Milan Skriniar. Sulla scrivania dello slovacco c’è una offerta da 6 milioni di euro più bonus che dovrà essere accettata o rifiutata entro metà gennaio, in modo tale da consentire alla dirigenza di imbastire concretamente un piano di mercato. Dopo l’offerta da 50 milioni estiva del Psg, rispedita al mittente, l’Inter rischia di perdere a titolo gratuito il roccioso difensore slovacco a fronte di offerte maggiormente succose dall’estero in termini di ingaggio. L’Inter, di fatto, non può competere con i parametri europei e ha offerto il massimo possibile all’interno del suo recinto di azione. In scadenza c’è anche Stefan de Vrij, corteggiato da diversi club europei e, chissà, magari propenso a cambiare aria dopo una stagione che fino a qui non lo ha visto titolare inamovibile. Ecco allora che l’Inter, senza un incasso corposo, dovrà trovare due sostituti all’altezza, verosimilmente in vista del mercato estivo. Un occhio è su Chris Smalling, anche lui in scadenza di contratto con la Roma, con i giallorossi che stanno imbastendo una trattativa per non perderlo a zero euro. La situazione è questa: l’Inter aspetterà la fine dei discorsi tra il giocatore e la Roma e se dovesse esserci separazione presenterà una offerta di ingaggio all’entourage del difensore. Per sostituire Skriniar la strada è più complessa, perché servirebbe una plusvalenza corposa (Dumfries) per poter investire sul mercato. Il nome è quello di Giorgio Scalvini, che l’Atalanta ha blindato a gennaio ma che probabilmente cederà a giugno. Il suo valore oscilla tra i 40 e i 50 milioni di euro, cifra che l’Inter conta si scontare con il giovane Fabbian che si sta mettendo in grande luce alla Reggina. Il problema è che sul giovane difensore della Dea si starebbe muovendo anche la Premier League. Leggi anche - Ufficiale, il Liverpool prende Cody Gakpo