Giovedì 20 Giugno 2024
MANUEL MINGUZZI
Calcio

Barella-Lukaku, Inzaghi smorza la lite: "Sono amici, ma ora basta"

Il tecnico prova a chiudere il litigio Barella-Lukaku a Marassi: non voglio vedere queste cose, loro sono amici

Romelu Lukaku

Romelu Lukaku

Milano, 14 febbraio 2023 - L’Inter non trova ritmo e risultati in trasferta, solo diciassette punti in undici partite, e oltre al pareggio, scialbo, contro la Samp, c’è stato il litigio ripreso dalle telecamere tra Romelu Lukaku e Nicolò Barella. Nerazzurri a meno 15 dal Napoli, Scudetto andato, ma con le rivali per la lotta Champions che sono rientrate e racchiuse in un divario di tre punti. Inter poco cinica sotto porta nonostante gli oltre venti tiri: la porta di Audero è rimasta inviolata. Ora Inzaghi dovrà però gestire il diverbio in campo tra due grandi amici.

Inzaghi: “Romelu e Barella amici, ma ora basta”

Le telecamere hanno immortalato il litigio tra Big Rom e Nicolò Barella, o meglio, la sfuriata del belga nei confronti del mediano, reo di avere sempre la brutta attitudine di sbracciare e lamentarsi quando un compagno sbaglia. Romelu ad un certo punto è sbottato e la sua esclamazione è stata eloquente ‘Non si fa così. Basta! Basta! Non ti permettere”, la prima frase di Lukaku che poi ha esondato arrivando ad una imprecazione in lingua inglese seguita da una frase poco carina in italiano chiaro e immediatamente leggibile dal labiale.

Da lì in avanti Barella non ha più sbracciato ma tutto è stato immortalato dalle telecamere e il tema è diventato di dominio pubblico a livello giornalistico. Anche perché poi l’Inter è incappata in un pareggio deludente che chiude la lotta Scudetto e riapre quella Champions. Da buon pompiere, Simone Inzaghi ha dovuto assolutamente chiudere il prima possibile il diverbio, chiedendo massimo rispetto in campo: “Sono cose di campo che non voglio assolutamente vedere - le parole del tecnico - Nicolò e Romelu sono grandi amici, erano seduti di fianco a fine partita e c’era delusione per il risultato. La situazione è rientrata ma non voglio più vedere cose simili”. Il prossimo step è il match casalingo con l’Udinese, poi il grande appuntamento degli ottavi di Champions contro il Porto. Leggi anche - Verona-Salernitana 1-0, gli scaligeri riaprono la lotta salvezza