Mercoledì 22 Maggio 2024
YAHYA ACERBI
Calcio

Argentina, il Superclasico River Plate-Boca Junior sfocia in rissa

Rissa Boca-River

Rissa Boca-River

Nella notte è andato in scena il Superclasico, il derby più acceso di Buenos Aires tra River Plate e Boca Juniors. In Argentina il calcio è molto più fisico che in Europa ma questa volta si è andati oltre, il derby termina con una maxi rissa. Le scene che ci arrivano dal 260esimo Superclasico sono sconcertanti, parapiglia di giocatori e polizia in campo.

La miccia si accende al 93esimo dopo che al termine di una partita tutto sommato bloccata ed equilibrata viene assegnato un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo su Solari. L’ex Livornese Borja spiazza l’ex Doriano Romero portando in vantaggio i Millonarios all’ultimo minuto di gioco, l’attaccante va ad esultare esibendo una maglia in cui ringrazia Dio mentre alle sue spalle si scatena l’inferno.

A far traboccare il vaso sarebbe stata l’esultanza del giocatore del River Palavecino che sarebbe andato a provocare il portiere Romero, da lì il parapiglia generale con panchine svuotate in campo, ingresso obbligato della Polizia e partita sospesa per ben 18 minuti. L’epilogo vede a referto oltre le 9 ammonizioni maturate durante l’incontro ben 6 espulsioni (tre per parte) assegnate dall’arbitro durante la rissa. Sponda River son stati espulsi Palavecino (reo di aver scatenato la rissa) , Centurión ed Elìas Gómez mentre nel Boca Merentiel, Ezequiel Fernández e Nicolás Valentini, oltre all’allenatore Jorge Almirón.

Le sanzioni rischiano di non rimanere inerenti esclusivamente al mondo del calcio, la polizia ha infatti aperto un’inchiesta nei confronti di Palavecino (che ha scatenato la rissa) e Vázquez (che una volta sostituito ha rivolto un gestaccio ai tifosi del River) per “istigazione al disordine, mentre per l’ex United Rojo che si trovava in tribuna ed è entrato in campo per partecipare alla zuffa la denuncia è per “accesso senza autorizzazione in luoghi privati” in quanto non essendo presente nella distinta non poteva accedere al terreno di gioco.

Tralasciando l’episodio finale i tifosi del River, arrivati in massa al Monumental per sostenere la squadra, potranno gioire dato che la vittoria di ieri ha consolidato ancor di primo posto dei Millonarios staccando di 9 punti la seconda in classifica e allungando di ben 20 lunghezze sui rivali del Boca, fermi al tredicesimo posto. In Argentina il calcio è vita ed episodi del genere in gare così sentite stanno diventando un classico, o meglio, un Superclasico.