Lunedì 20 Maggio 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Altri Sport

Strade Bianche 2023, la carica di Van Der Poel: "Sogno il bis in una corsa che amo"

Già vincitore nel 2021, l'olandese parte da favorito numero uno: "Sto bene, ma avrei preferito qualche giorno in più di preparazione"

Mathieu Van Der Poel (Ansa)

Mathieu Van Der Poel (Ansa)

Roma, 3 marzo 2023 - Le defezioni del vincitore in carica Tadej Pogacar e di Wout Van Aert, che la settimana prossima saranno di scena rispettivamente alla Parigi-Nizza 2023 e alla Tirreno-Adriatico 2023, hanno contribuito a disegnare un quadro molto chiaro in vista della Strade Bianche 2023, in programma sabato 4 marzo: il favorito numero uno non può che essere considerato Mathieu Van Der Poel, che dal canto suo gioca d'anticipo.

La carica di Van Der Poel

L'olandese, fresco campione iridato del ciclocross, è reduce da un inverno a tinte in chiaroscuro: ai tanti successi inanellati sul fango hanno fatto da contraltare le numerose sconfitte proprio per mano del rivale di sempre Van Aert e il riproporsi degli ormai noti problemi alla schiena. Nonostante questo, il figlio e nipote d'arte ha intenzione di aprire al meglio la stagione delle Classiche e di farlo onorando e magari vincendo (cosa tra l'altro già successa nel 2021) una delle corse a lui più care. "La preparazione è andata bene, anche se ammetto che avrei preferito avere qualche giorno in più. Forse, come già in passato a questo punto del calendario, avrei avuto bisogno di mettere altri minuti nelle gambe, ma mi sento comunque pronto a gareggiare". Van Der Poel scalda i motori elogiando una corsa che per molti meriterebbe addirittura la promozione a Monumento. "Per me è una gara speciale e molto particolare rispetto alle altre. Le difficoltà però sono tante e quest'anno la pioggia le ha aumentate rendendo lo sterrato ancora più insidioso: senza le gambe buone sarà impossibile vincere". L'olandese, trionfatore nel 2021, tuttavia sa come si fa. "Ricorderò a lungo quel successo anche per la modalità con cui è arrivato. Spero di riuscire a bissare quell'acuto".

Le favorite dell'edizione femminile

Italia-Olanda: probabile che l'edizione femminile corra sui binari ormai più consueti, ma stavolta la spedizione azzurra parte con qualche defezione pesante sul gruppone. Non saranno infatti al via Marta Cavalli, alle prese ancora con i postumi della caduta occorsa al Tour de France 2022 ed Elisa Longo Borghini, fermata da una sindrome influenzale. I riflettori sono così puntati sull'eterna Annemiek Van Vleuten, che a Siena si è imposta 2 volte: tuttavia non l'anno scorso, quando l'attuale campionessa iridata fu superata al traguardo da Lotte Kopecky. Per la belga finora una sola uscita stagionale, ma vincente, in occasione dell'Omloop Het Nieuwsblad 2023. Occhio anche a Ashleigh Moolman-Pasio, Katarzyna Niewiadoma, Cecilie Uttrup Ludwig e Mavi Garcia. E per l'Italia? In mancanza degli assi più forti, la spedizione azzurra potrebbe dire la sua con Silvia Persico, Elisa Balsamo, Silvia Zanardi, Arianna Fidanza, Martina Alzini e Alessia Vigilia: tanti nomi interessanti, ma forse nessuno adattissimo a una corsa complicata e ricca di strappi.

Orario e dove vedere la corsa in tv

Partenza da Siena alle 11.45 per poi arrivare a Piazza del Campo dopo 184 km: prevista la diretta tv su Rai Due a partire dalle 14 e quella su Eurosport 2, canale 211, a partire dalle 13.50. Disponibili gli streaming sui dispositivi RaiPlay, Discovery+ e DAZN.

Leggi anche - Napoli-Lazio, probabili formazioni e dove vederla in tv