Lunedì 20 Maggio 2024
MANUEL MINGUZZI
Altri Sport

Sci, doppietta svizzera a Schladming: Meillard vince su Caviezel. Zingerle in top 15

Il gigante sulla Planai è della Svizzera con Meillard e Caviezel, terzo Schwarz. Per l’Italia poche speranze di podio, si mette in luce Zingerle

Loic Meillard

Loic Meillard

Schladming, 25 gennaio 2023 - E’ grande Svizzera sulla Planai di Schladming per il gigante che ha chiuso la tappa austriaca di Coppa del Mondo. Loic Meillard ha trionfato sotto la nebbia davanti al connazionale Gino Caviezel, abili entrambi a rimpiazzare l'assenza di Marco Odermatt, mentre ai padroni di casa resta il terzo posto di Marco Schwarz con una grande rimonta nella seconda manche. Per l’Italia poche cose se non un buon quindicesimo posto di Hannes Zingerle con il pettorale 58.  

Meillard solido, Caviezel sugli scudi, Italia indietro

Già nella prima manche Loic Meillard ha cercato di mettere le cose in chiaro con sei decimi di vantaggio sugli inseguitori, un margine che gli ha consentito di amministrare la seconda manche cercando di rischiare il meno possibile senza perdere troppa velocità. E’ bastato per vincere la sua seconda gara di Coppa del Mondo, in precedenza aveva vinto solo un parallelo, in 2’18"77, con 59 centesimi su Caviezel e 81 su Schwarz, autore di una grande rimonta dalla quattordicesima posizione e a salvare l'entusiasmo degli austriaci che avevano visto il solito pazzo Feller uscire nella seconda. Quarto il giovane norvegese Steen Olsen, che si candida a cliente pericoloso per il futuro, mentre il deluso di giornata è Henrik Kristoffersen, terzo dopo la prima manche ma solo quinto al traguardo. A completare la top ten Kranjec, Pinturault, un ottimo Kilde ottavo, Schmid e Braathen. In casa Italia poche cose. I big De Aliprandini e Della Vite hanno portato a termine una disastrosa prima manche e sono rimasti fuori dalla seconda, così a salvare la spedizione è stato il classe 1995 Hannes Zingerle, partito con il pettorale 58 e autore di una ottima prima manche con la 26esima posizione e di una seconda ancora migliore con un recupero fino alla quattordicesima piazza finale. Un altro azzurro si è qualificato alla seconda, ovvero Giovanni Borsotti che ha conquistato qualche punto mondiale con il diciottesimo piazzamento. L’assenza di Odermatt per un ginocchio malandato dopo la discesa di Kitzbuhel, ha portato Kilde ad avvicinare in classifica generale con 993 punti contro i 1186 del leader. Sabato e domenica due supergiganti a Cortina d’Ampezzo. Leggi anche - Arianna Fontana, addio choc alla nazionale? "Non rispettate le promesse"