Giovedì 13 Giugno 2024

Ciclismo, si ritira Marco Canola: "Decisione inevitabile ma dolorosa"

Il vicentino, rimasto svincolato dopo la sospensione della Gazprom-RusVelo, mastica amaro: "Avrei voluto aiutare i giovani, ma così non sarà"

Marco Canola al Giro d'Italia 2014 (Ansa)

Marco Canola al Giro d'Italia 2014 (Ansa)

Roma, 24 dicembre 2022 - Il conflitto tra Russia e Ucraina, con le dovutissime proporzioni, ha stravolto anche il mondo dello sport. Parlando in particolare del ciclismo, tra le conseguenze c'è stata la sospensione della Gazprom-RusVelo, squadra in cui militava anche l'azzurro Marco Canola: per lui, dopo un lungo periodo di attesa da svincolato, oggi la decisione del ritiro.

I dettagli

 In effetti il vicentino, che tra due giorni spegnerà 34 candeline, aveva ampiamente preannunciato questo scenario, dandosi la scadenza della fine del 2022 per trovare una nuova formazione. Invece niente da fare: non senza amarezza e rimpianti. "Sto vivendo un momento difficile ed emozioni contrastanti. Vorrei allenarmi e avere già un programma stabile per l'anno prossimo: non essendo così, ho scelto di scendere dalla bici dopo anni fantastici che mi hanno portato ad accumulare un bagaglio di esperienza che speravo di trasmettere ai giovani". Per Canola, che in carniere ha una tappa vinta al Giro d'Italia 2014, il destino ha deciso diversamente: lasciato l'agonismo, la passione le due ruote resta intatta, con tanto di ipotesi di un ritorno in sella su altre superfici. "Per il futuro non mi precludo nulla: né gravel né mountain bike".

Leggi anche - Ciclocross, Wout Van Aert batte Mathieu Van Der Poel a MolGIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO