Venerdì 21 Giugno 2024
MANUEL MINGUZZI
Altri Sport

Federica Brignone è oro nella combinata ai Mondiali di sci

La valdostana trionfa davanti a Holdener e Haaser. Inforca Shiffrin a poche porte dal traguardo. Tripudio azzurro

Federico Brignone

Federico Brignone

Meribel, 6 febbraio 2023 - Miglior apertura per i Mondiali di sci alpino non poteva esserci. L’Italia apre con un oro grazie a Federica Brignone che ha vinto la combinata femminile (super g più slalom) al termine di due manche pazzesche per velocità e solidità. "Cominciare i Mondiali così è il top - ha detto una raggiante Brignone -. Ora non mi diranno più 'nel tuo palmares manca una medaglia d'oro'. Sono molto soddisfatta della mia performance. Anche per questo mi sono commossa e non mi capita spesso... Nelle altre edizioni non ero mai al meglio, ora invece mi sento al 100%. Mi ero ripromessa di tirare fuori la slalomista che è in me e ci sono riuscita".

Nulla hanno potuto le temibili slalomiste, Brignone è specialista del super g, e anche Mikaela Shiffrin ha abdicato con una inforcata a poche porte dal traguardo. L’americana, regina incontrastata della stagione, ha reso l’onore delle armi ad una straordinaria Brignone. E’ la prima medaglia d’oro di sempre ai mondiali nella combinata femminile per la nazionale azzurra.

 

Brignone super, Shiffrin inforca

Superlativa Brignone fin dal supergigante del mattino, scavando un solco di un secondo e oltre sulle slalomiste: Shiffrin a 96 centesimi, le svizzere Gisin e Holdener a 1”60. Nello slalom c’era da difendersi, ma Brignone non l’ha fatto perché ha deciso di attaccare a tutta per cercare il bersaglio grosso. E lo ha trovato. Perfino Shiffrin ha dovuto rischiare più del dovuto per recuperare i 96 centesimi di ritardo accumulati, talmente tanto che ha inforcato a poche porte dal traguardo per quello che sarebbe stato un arrivo sul filo dei centesimi. Nulla da fare nemmeno per le svizzere, Gisin non ha trovato ritmo e ha terminato fuori dal podio, mentre Holdener ha recuperato solo 4 centesimi a Brignone chiudendo seconda a 1”62. Ottimo terzo posto per Ricarda Haaser, tutt’altro che slalomista, terza a 2”26, appena davanti alla connazionale Ramona Siebenhofer a 2”48. Per Brignone è un trionfo storico dato che la sua prima medaglia mondiale risale a dodici anni fa. Momenti anche di trepidazione perché la valdostana, dopo una parte centrale stratosferica, ha commesso un errore nella parte pianeggiante e c’era il timore di un rallentamento fatale per l’esito delle medaglie. Non è stato così. Medaglia d’oro dunque per l’Italia con la tigre Brignone, argento per la Svizzera con Holdener e bronzo per l’Austria con Haaser. Indietro invece Elena Curtoni che ha pagato in slalom chiudendo ottava e lontana dalle medaglie. Al super g hanno partecipato anche Sofia Goggia, per provare la pista in vista della gara iridata tra due giorni, e Bassino, che purtroppo è uscita a metà tracciato. Domani combinata maschile.

Classifica combinata: la top 5 finale

1. Brignone 1’57”47 2. Holdener +1”66 3. Haaser +2”26 4. Siebenhofer +2”48 5. Gritsch +2”71