Ivan Zaytsev (Ansa)

Milano, 21 settembre 2018 - Il cammino dell'Italia riparte dal Forum di Assago, teatro del primo match della seconda fase, contro la Finlandia. Non c'è storia: gli azzurri vincono 3-0 (parziali di 25-20, 25-18 e 25-16) e consolidano il primo posto nella Pool E a punteggio pieno. La qualificazione alla Final Six è vicina ma domani sera c'è da battere la temibile Russia: per l'Italia sarà il primo vero esame duro di questo Mondiale.

IN CRESCENDO - Blengini comincia con Giannelli, Zaytsev, Juantorena, Maruotti, Mazzone, Anzani e Colaci: fuori Lanza per un leggero problema al ginocchio. Il primo punto è della Finlandia con il muro di Sinkkonen. L'Italia risponde in particolare con Mazzone (per lui due primi tempi consecutivi) e Maruotti, letale prima a muro e poi con un diagonale che regala il primo time out tecnico agli azzurri (8-6). Al rientro in campo gli scandinavi sono autori di un break di 4 punti ma prima ancora Mazzone (autore di un ace) e poi finalmente Juantorena rimediano: in crescita l'italo-cubano che con 3 punti di fila (un attacco tra muro e rete, un diagonale e un muro) manda l'Italia al secondo time out tecnico (16-14). Il ritorno in campo è strepitoso per gli azzurri, che allungano con Maruotti a muro, il primo tempo di Mazzone e la parallela di Zaytsev dalla seconda linea, mentre a chiudere la pratica sul 25-20 è il lungolinea di Juantorena.

image

IN SCENA LO ZAR - Il secondo set comincia con un break della Finlandia, seguito da uno dell'Italia di 6 punti, di cui due di Zaytsev, che regalerà anche il primo time out tecnico all'Italia (8-4). Gli azzurri volano in particolare a muro e vanno al secondo time out tecnico sul 16-11. Gli scandinavi provano a tornare in corsa con la pipe di Sivula (il migliore dei suoi), ma l'ennesimo break dell'Italia porta ancora la firma di Zaytsev, autore prima di un diagonale, poi di un ace e infine del punto del 25-18 in schiacciata che consegna il secondo set ai ragazzi di Blengini. Il terzo set vede subito la fuga degli azzurri, al primo time out tecnico sull'8-1 anche grazie alla fallosità della Finlandia. Non solo: sale di giri Maruotti dopo aver colpito l'asta e rifinisce Zaytsev con due diagonali. Il secondo time out tecnico (16-8) va come da previsione all'Italia dopo un moto di orgoglio di una Finlandia inerme al cospetto della furia di Juantorena e compagni: l'italo-cubano è un martello, imitato da Anzani e Mazzone, che firma il +10 sugli scandinavi, tenuti a galla dal solo Kaislasalo. Troppo poco per reggere l'urto della banda Blengini, che completa l'opera con lo scambio in velocità tra Gianelli e Mazzone, il muro di Anzani e la botta di Juantorena che chiude il set sul 25-16 e il match sul 3-0: adesso la Final Six è sempre più vicina.