Marcell Jacobs (Ansa)
Marcell Jacobs (Ansa)

Torun (Polonia), 6 marzo 2021 - Un fulmine azzurro nella serata di Torun. Marcell Jacobs conquista un incredibile oro agli Europei indoor di atletica, inscenando una prestazione storica nei 60 metri. Il velocista delle Fiamme Oro disintegra il primato italiano sulla distanza di Michael Tumi, fermando il cronometro a 6.47, a soli cinque centesimi dal record continentale del britannico Dwain Chambers. Quella del classe '94 è la miglior prova dell’anno a livello mondiale, nonché il quarto crono di sempre su scala europea. La concorrenza è schiantata: secondo chiude il tedesco Kevin Kranz con 6.60, mentre il terzo posto va al campione uscente, lo slovacco Jan Volko (6.61). 

Solo Stilli prima di Jacobs

Per l'Italia si tratta di una medaglia storica: prima di Jacobs infatti, solo Stefano Tilli era riuscito - a Budapest nel 1983 - nell'impresa di centrare l'oro a un Europeo indoor nei 60 metri. È una notte insomma magica per lo sprinter di Desenzano del Garda (Brescia), capace di regalare alla spedizione azzurra il primo podio in questa edizione dei campionati europei e di migliorare il primato personale di sei centesimi proprio nel turno decisivo e dopo aver dominato già dalla mattinata con il 6.59 della batteria e il 6.56 della semifinale, in entrambi i casi i tempi più rapidi del turno. Era il favorito Jacobs e non ha tradito le attese. Un gran bel messaggio in vista di Tokyo. 

Leggi anche: Strade Bianche 2021, vince Van Der Poel