Kasper Asgreen (Ansa)
Kasper Asgreen (Ansa)

Oudenaarde, 4 aprile 2021 - Proprio come la Milano-Sanremo 2021, vinta da Jasper Stuyven, anche la seconda Monumento della stagione, ovvero il Giro delle Fiandre 2021, si conclude con una grande sorpresa: a trionfare davanti al campione uscente Mathieu Van der Poel è Kasper Asgreen, sulla carta solo un gregario di Julian Alaphilippe nella Deceuninck-Quick Step. Il francese invece non è in giornata, così come Wout Van Aert: a restare davanti sul Vecchio Kwaremont è una coppia che arriverà appaiata fino a 30 metri dal traguardo di Oudenaarde, tagliato per primo dal danese, che nel 2019 arrivò secondo alle spalle di Alberto Bettiol. Per lui matura una gran bella rivincita, mentre per l'Italia, che sulla linea di partenza presentava appena 9 corridori, di buone notizie non ce ne sono proprio.

La cronaca


La fuga di giornata è composta da Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwels Sauces WB), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen–Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana-Premier Tech), che guadagnano fino a un massimo di oltre 12'. La situazione in gruppo è tutt'altro che tranquilla, al punto che Otto Vergaerde (Alpecin-Fenix) e Yevgeniy Fedorov (Astana-Premier Tech) vengono squalificati a causa di scorrettezze reciproche. Per vedere i primi movimenti nel plotone principale bisogna aspettare il Marlbouroughstraat: il primo big a scattare è Soren Kragh Andersen (Team DSM), imitato poi da Yves Lampaert (Deceuninck-Quick Step). Davanti intanto sul Koppenberg resta il solo Bissegger: a riprenderlo è Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), aiutato dal compagno di squadra Kasper Asgreen. Si forma così un drappello al comando composto dal duo della Deceuninck-Quick Step, dai rivali di sempre Wout Van Aert (Jumbo-Visma) e Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix) e dalla coppia della Bahrain Victorious formata da Dylan Teuns e Marco Haller. Quest'ultimo fatica parecchio sulle prime rampe del Kruisberg (2,5 km con una pendenza media del 5% di pendenza media e massima del 9%): proprio questo muro cambia la morfologia della testa della corsa, composta ora da Asgreen, Van Aert e Van Der Poel. L'olandese scatta sul Vecchio Kwaremont (2,2 km con una pendenza media del 4% e massima dell'11,6%): solo Asgreen riesce a replicare viste anche le difficoltà accusate dal suo capitano Alaphilippe. Va ancora peggio a Van Aert, letteralmente in crisi sul Paterberg (360 metri con una pendenza media del 12,9% e massima del 20%). Davanti restano i soli Asgreen e Van Der Poel, che si giocano la vittoria: a sorpresa trionfa il danese, che compie l'impresa che nella scorsa edizione non riuscì a Van Aert, ovvero battere in volata l'uomo più forte che oggi si è letteralmente piantato negli ultimi 30 metri.

Ordine d'arrivo Giro delle Fiandre 2021


1) Kasper Asgreen (DQT) in 6h02'01''
2) Mathieu Van Der Poel (AFC) st
3) Greg Van Avermaet (ACT) +25''
4) Jasper Stuyven (TFS) +25''
5) Sep Vanmarcke (ISN) +50''
6) Wout Van Aert (TJV) +50''
7) Gianni Vermeersch (AFC) +50''
8) Anthony Turgis (TDE) +50''
9) Florian Sénéchal (DQT) +50''
10) Dylan Van Baarle (IGD) +50''









Leggi anche

 Ciclismo, il ritorno di Ulissi dopo i problemi cardiaci