Giro d'Italia, altimetria della tappa 10
Giro d'Italia, altimetria della tappa 10

Napoli, 15 maggio 2018 - Dopo le emozioni in cima al Gran Sasso e il seguente giorno di riposo, il Giro d'Italia 2018 riprende oggi con la tappa 10, la più lunga di questa edizione: partenza da Penne e arrivo a Gualdo Tadino dopo 239 chilometri che trasporteranno la carovana rosa dall'Abruzzo all'Umbria. La risalita attraverso gli Appennini è tortuosa e ricca di ascese brevi e pedalabili che potrebbero essere terreno fertile per le fughe da lontano ma gli ultimi km pianeggianti sono perfetti per una volata.

FOCUS Le pagelle di Angelo Costa (dopo le prime 9 tappe)

Giro d'Italia 2018, Nibali con Aru e Froome. Settimana giusta per il riscatto

GIRO_31063751_181225

Il percorso - Partenza da Penne e dopo il bivio per Farindola si sale verso Rigopiano, teatro della drammatica frana di inizio 2017. Dopo 21 km c'è il primo GPM di giornata - di seconda categoria - verso Fonte della Creta (pendenze medie 6%, massime 12%). Seguiranno oltre 27 km di discesa fino a San Rustico, che fa da ingresso al secondo GPM, stavolta di terza categoria, di Bruzzolana. Il primo traguardo volante è fissato a Teramo dopo 63 km di gara, mentre per il rifornimento i corridori devono attendere il passaggio a Roccafluvione, quando ormai la carovana sarà entrata nella provincia di Ascoli Picenotrovando tanti saliscendi nel percorso. Strada mossa - e con due gallerie - anche per arrivare al secondo traguardo volante di giornata, posto a Sarnano dopo 149 km. Da Caldarola al terzo e ultimo GPM di Annifo (quarta categoria) passano 59,5 km in costante ascesa; segue la discesa per Nocera Umbra prima del finale pianeggiante di Gualdo Tadino. Insidiosi gli ultimi 1500 metri che presentano una serie di curve ad angolo retto fino al rettilineo che comincerà a -500 m.

Giro d'Italia 2018, tappa 9: le pagelle di Angelo Costa

Orari tv e favoriti - Chilometro zero da Penne alle 11.05, GPM di Fonte della Creta attorno alle 11.55, GPM di Bruzzolana alle 12.51, traguardo volante di Teramo alle 13.01. Quello successivo di Sarnano alle 15.06 e ultimo GPM, ad Annifo, alle 16.34 prima dell'arrivo previsto tra le 16.50 e le 17.35. Per quanto riguarda i favoriti, le ipotesi sono due: se l'eventuale fuga dovesse prendere il largo, aiutata dai tanti saliscendi, corridori come Mohoric e Wellens potrebbero dire la propria. Difficile però che le squadre dei velocisti si facciano sorprendere in quella che è una tappa dura ma non impossibile per gli specialisti: con il ritiro di Mareczko, i rivali del gran favorito Elia Viviani si assottigliano ulteriormente. Probabile l'ennesimo duello con Sam Bennett, apparso più pimpante del veneto nelle ultime volate, con Modolo, Bonifazio e Van Poppel a caccia della prima gioia.

Diretta Raisport Hd dalle 11.50, switch su Rai Due alle 14.30. Live disponibile anche in streaming su Raiplay.it. Eurosport in diretta dalle 13.00, disponibile anche su Eurosportplayer.it e dispositivi Premium Play e Sky Go.



La fuga più lunga: 350 chilometri e niente vittoria

Giro d'Italia 2018, Froome perde l'elicottero e (quasi) il traghetto


Chris Froome (LaPresse)