Lunedì 17 Giugno 2024

Esposizione agli ultrasuoni la valutazione dei rischi

US / Metodologie, limiti, valori soglia, eventuale condizione giustificabile

Gli ultrasuoni non sono ancora regolamentati né in Italia né in Europa

Gli ultrasuoni non sono ancora regolamentati né in Italia né in Europa

I rischi per l'esposizione a ultrasuoni sono poco conosciuti, ma non per questo di poco conto. Il documento "Indicazioni operative per la prevenzione del rischio da Agenti Fisici ai sensi del Decreto Legislativo 81/08 - parte 7: Ultrasuoni" parte dalla metodologia della valutazione dei rischi, che deve riguardare "l’esposizione complessiva del lavoratore e, pertanto, dovrà tenere in considerazione tutte le sorgenti a cui può essere esposto", considerando "l'eventuale presenza di lavoratori particolarmente sensibili al rischio". Una volta conosciute le sorgenti e le rispettive informazioni fornite dal costruttore, prima di procedere a effettuare misurazioni, è consigliato consultare la banca dati disponibile sul portale degli agenti fisici PAF. Riguardo ai limiti d'esposizione e ai valori soglia, però, va sottolineato che, a differenza di altri agenti fisici, gli ultrasuoni non sono oggetto di regolamentazioni né a livello italiano, né europeo. Infine, può essere considerata "giustificabile" una situazione in cui "i livelli di esposizione prodotti sino al di sotto di quelli di riferimento stabiliti" e dove "è garantito nel tempo il mantenimento della condizione a basso rischio riscontrata”.