Martedì 21 Maggio 2024

Entrare al Sant’Anna, accedere al Futuro. Via al bando di concorso per l’ammissione

Ecco come fare per partecipare. Sono 78 i posti a disposizione

Via al bando di concorso per l'ammissione al Sant'Anna

Via al bando di concorso per l'ammissione al Sant'Anna

Pisa, 30 aprile 2024 – Un campus universitario, pubblico e gratuito, dove vivere, studiare, crescere, imparare. La Scuola Superiore Sant’Anna annuncia l’apertura delle iscrizioni al bando di concorso per l’ammissione ai Corsi Ordinari di I e di II livello: 78 posti in totale, suddivisi in 60 posti di allievo/a del primo anno dei Corsi Ordinari di I Livello e a Ciclo unico e 18 posti di allievo/a del primo anno dei Corsi Ordinari di II Livello, per un’esperienza formativa che ha pochi eguali in Italia e in Europa.

Coloro che supereranno il concorso nazionale avranno la possibilità di formarsi gratuitamente alla Scuola Superiore Sant’Anna, istituzione che si classifica al primo posto a livello nazionale su 18 università censite e diciannovesima nel panorama mondiale (su 963 atenei), secondo il The – Young University Rankings 2023.

Il termine per presentare domanda di partecipazione al concorso è fissato alle ore 12 del 29 luglio 2024 per i Corsi Ordinari di I livello e a ciclo unico, e alle ore 12 del 18 giugno 2024 per i Corsi Ordinari di II livello.

Quando si può accedere alla Scuola

Da quest’anno si ampliano le possibilità di entrare al Sant’Anna: al primo anno dei Corsi ordinari di I livello e a ciclo unico nell’anno di conseguimento della maturità, oppure al primo anno dei Corsi ordinari di II livello al termine di un percorso di laurea triennale.

Sono 78 i posti a disposizione al Sant'Anna
Sono 78 i posti a disposizione al Sant'Anna

Il concorso di I livello: chi può partecipare e le prove di concorso

Per il concorso di ammissione al primo anno dei Corsi ordinari di I livello o a ciclo unico sono disponibili 60 posti, così ripartiti: 29 posti per la Classe Accademica di Scienze Sociali (che prevede al suo interno tre aree concorsuali: Scienze economiche e manageriali, Scienze politiche, Scienze giuridiche); 31 posti per la Classe Accademica di Scienze Sperimentali e Applicate (che prevede al suo interno tre aree concorsuali: Scienze agrarie e biotecnologie vegetali, Ingegneria industriale e dell’informazione, Medicina).

Il concorso si svolge in tre fasi: la prima coincide con le preselezioni, che si svolgono mediante il test TOLC (fa eccezione Medicina, per la quale è possibile iscriversi e accedere al concorso in modo diretto), erogato dal Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso (CISIA) anche nella modalità online (TOLC@CASA). In base ai risultati conseguiti nel test, i candidati e le candidate saranno ammessi alle prove scritte, ovvero la seconda fase, in programma a Pisa il 28 e il 29 agosto per Ingegneria, il 29 e 30 agosto per Scienze agrarie e per Medicina, il 2 e il 3 settembre per Scienze Sociali (per le tre aree concorsuali di Scienze Sociali, le prove scritte e orali sono le medesime). Chi supererà le prove scritte sarà ammesso alle prove orali, la terza fase, in programma a Pisa nel mese di settembre.

Il Sant'Anna
Il Sant'Anna

Il concorso di II livello: chi può partecipare

Per l’a.a. 2024-2025 la Scuola Sant’Anna ha rivisto interamente le modalità di accesso ai Corsi Ordinari di II livello, incrementando il numero dei posti disponibili e l’offerta formativa con 6 aree concorsuali e ben 25 corsi di laurea magistrale. I 18 posti a concorso sono così ripartiti: 10 posti per la Classe Accademica di Scienze Sociali (4 posti per le aree concorsuali di Scienze economiche e manageriali; 2 posti per Scienze dei dati; 4 posti per Scienze politiche); 8 posti per la Classe Accademica di Scienze Sperimentali e Applicate (4 posti per Scienze agrarie e biotecnologie vegetali; 4 posti per Ingegneria industriale e dell’informazione).

Sono previsti dei posti riservati per i corsi di laurea magistrale attivati dalla Scuola in convenzione con l’Università di Pisa (Lauree Magistrali in Economics LM-56, in Ingegneria Bionica LM-21 e in Biotecnologie Molecolari LM-8) e l’Università di Trento (Laurea Magistrale in Innovation Management LM-77).

L’ammissione è riservata a laureati e laureandi, ovvero coloro che possiedono un titolo di studio che dia accesso ai Corsi di Laurea Magistrale conseguito presso un’Università italiana o straniera, o che prevedano di conseguirlo entro il 31 dicembre 2024 e che abbiano svolto il corso di laurea in non oltre 4 anni con una media ponderata negli esami universitari pari ad almeno 27/30 o valutazione equivalente nel caso di titolo di studio conseguito all’estero. Il concorso si articola in una valutazione dei titoli e una prova di esame che prevede un colloquio da svolgersi in presenza a Pisa oppure a distanza, nel mese di luglio.

Cosa significa diventare allievo/a della Scuola Sant’Anna

Le allieve e gli allievi dei Corsi ordinari svolgono un percorso di studi parallelo e complementare ai Corsi di Laurea/Laurea Magistrale dell’Università di Pisa e altre università convenzionate come l’Università di Firenze e l’Università di Trento in uno dei settori disciplinari offerti dalla Scuola Superiore Sant’Anna (Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Ingegneria, Medicina, Scienze Agrarie e Biotecnologie). Alla Scuola, le allieve e gli allievi risiedono nel campus dove usufruiscono di vitto e di alloggio gratuito, frequentano corsi integrativi, seminari e corsi di lingue, partecipano alle attività di ricerca svolte nei laboratori rispettando obblighi didattici rigorosi e hanno la possibilità di realizzare esperienze di studio e di ricerca all’estero e completare la loro formazione con tirocini presso aziende ed enti pubblici italiani e stranieri.

Vivere al Sant’Anna significa inoltre avere accesso a numerosi servizi per il tempo libero. La Scuola Superiore Sant’Anna dispone infatti di due palestre, di una sala musica con strumenti musicali e di numerose stanze ricreative, per offrire un’esperienza collegiale completa, basata su interscambio e interdisciplinarità.

Alle allieve e agli allievi che completano gli studi nel rispetto degli obblighi didattici la Scuola rilascia il Diploma di II Livello e il Diploma di Licenza che è equiparato a un master universitario di II Livello.

L’ammissione alla Scuola non prevede il pagamento di tasse di iscrizione e la frequenza dei Corsi Ordinari è gratuita. Per la durata del ciclo di studi, gli/le allievi/e alloggiano gratuitamente nelle strutture residenziali messe a disposizione dalla Scuola e usufruiscono del servizio mensa.

A conferma della particolare attenzione al merito e alla mobilità sociale la Scuola Superiore Sant’Anna contribuisce, sulla base dell’Isee, al rimborso delle spese di alloggio e di viaggio sostenute dai partecipanti che raggiungeranno Pisa per sostenere le prove scritte e orali.

È inoltre previsto anche il rimborso delle spese di iscrizione al test TOLC sostenute dai candidati/e del concorso di I livello.

“Il concorso di ammissione per l’anno accademico 2024/2025 si presenta in veste totalmente rinnovata - dichiara Sabina Nuti, rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna - non solo abbiamo incrementato il numero dei posti disponibili, ma abbiamo esteso l’ammissione anche ai Corsi ordinari di II livello per laureandi o laureati italiani e stranieri che vogliono proseguire il proprio percorso universitario in un ambiente stimolante dove formazione, ricerca, internazionalizzazione e ‘terza missione’ si uniscono per fornire le competenze e le conoscenze richieste dal mondo del lavoro di domani”.

“La Scuola Sant'Anna è un luogo dove poter acquisire una formazione non solo relativa al corso di laurea prescelto, ma anche spiccatamente interdisciplinare. Una formazione di questo tipo è sempre più importante, utile per affrontare ogni tipo di sfida globale e necessaria nei contesti istituzionali nazionali e internazionali”, dichiara Anna Loretoni, preside della Classe accademica di Scienze Sociali.

“I nostri laboratori e centri di ricerca, tra i migliori al mondo in diversi settori delle scienze applicate, fanno da naturale volano alla didattica all'avanguardia che offriamo ai nostri allievi”, commenta Christian Cipriani, preside della Classe accademica di Scienze Sperimentali e Applicate. Tutte le info sono a questo link