Violenza sulle donne e direttiva Ue, Picierno: “Stupro e molestie sul lavoro, si rischia il colpo di spugna”

La vicepresidente Pd del Parlamento europeo: “Serve una mobilitazione generale perché rischiamo di non arrivare a una legislazione avanzatissima che proteggerebbe davvero le donne”

Roma, 2 febbraio 2024 – Violenza contro le donne: sulla direttiva Ue Pina Picierno, Pd, vicepresidente del Parlamento europeo, chiede una mobilitazione generale perché su alcuni punti chiave, denuncia, si rischia “il colpo di spugna”. Perché? Cosa sta succedendo? Abbiamo rivolto 5 domande all’europarlamentare del Pd.

Femminicidio parola Treccani del 2023
Femminicidio parola Treccani del 2023

1. Onorevole Piciero, qual è il pericolo maggiore?

"La proposta originale era molto avanzata, ma è stato stralciato moltissimo – sottolinea Picierno -. Ad esempio la definizione di stupro in mancanza di consenso, all’articolo 5. E ancora le molestie sul lavoro. Resta la cyberviolenza ma la vittima deve poter provare il danno grave che ha subìto dalla diffusione di immagini intime.  Insomma, così resta davvero molto poco”.

Approfondisci:

Femminicidio, la parola che ha fatto il giro del mondo e le donne che l’hanno costruita. La prof Treccani: perché l’abbiamo scelta come simbolo 2023

Femminicidio, la parola che ha fatto il giro del mondo e le donne che l’hanno costruita. La prof Treccani: perché l’abbiamo scelta come simbolo 2023

2. Come si è arrivati a questi stralci?

"C’è un iter da seguire. Il Parlamento europeo non ha iniziativa legislativa. Si parte da un testo, che poi dev’essere negoziato con i governi nazionali. Ricordo che il Consiglio è a presidenza belga, portavoce del sentiment di altri governi. Che ritengono, ad esempio, non ci sia base legale per legiferare, ad esempio sull’articolo 5”. 

3. Quali sono gli obiettivi della direttiva Ue?

"Il testo del Parlamento europeo è avanzatissimo e ci permetterebbe di proteggere davvero le donne. Ma ora i governi nazionali hanno bloccato l’iniziativa”.

Approfondisci:

Giulia Cecchettin e la violenza tra i giovanissimi. “Quell’ossessione per il controllo che parte dai social”

Giulia Cecchettin e la violenza tra i giovanissimi. “Quell’ossessione per il controllo che parte dai social”

4. C’è la possibilità di recuperare?

"Il prossimo trilogo è tra una settimana – fa sapere Picierno -.  Proprio per questo ho alzato la voce, perché c’è il tempo per recuperare. E per chiedere alla premier Giorgia Meloni di intervenire. Quando vuole, come dimostrano gli ultimi eventi, gli accordi li sa trovare”.

Approfondisci:

Stupro denunciato da 16enne nel Metaverso, l’esperto: “Cos’è documentato in Italia e quali sono le conseguenze delle violenze virtuali”

Stupro denunciato da 16enne nel Metaverso, l’esperto: “Cos’è documentato in Italia e quali sono le conseguenze delle violenze virtuali”

5. Quali sono gli ultimi dati sulla violenza alle donne in Europa?

"I dati ci raccontano che ogni 6 ore una donna viene ammazzata in Europa. Se fossero i numeri di un’alluvione, occuperebbero le prime pagine dei giornali tutti i giorni”.

Approfondisci:

Giulia Cecchettin e le altre, la poliziotta: “Così mettiamo in guardia le donne”. I numeri choc degli ammonimenti

Giulia Cecchettin e le altre, la poliziotta: “Così mettiamo in guardia le donne”. I numeri choc degli ammonimenti