Martedì 21 Maggio 2024

’Where is Monteciccardo’. Un’azione di rottura delle abitudini visive

L’installazione di Giovanni Termini porta in primo piano itinerari alternativi. Il giorno dell’inaugurazione, l’8 maggio, verrà scoperta una targa a terra. .

’Where is Monteciccardo’. Un’azione di rottura delle abitudini visive

’Where is Monteciccardo’. Un’azione di rottura delle abitudini visive

Inaugura l’8 maggio l’opera di Giovanni Termini, con la cura di Marco Tonelli, per il progetto di Pesaro 2024 "Dalle sculture nella città all’arte delle comunità" che vede protagonisti i 12 quartieri e il Municipio di Monteciccardo, sviluppando come fulcro tematico il rapporto tra le arti e lo spazio pubblico. ‘Where is Monteciccardo’ coinvolge sia la comunità locale che le frazioni di Villa Betti e Montegaudio, creando, fino all’8 giugno, un collegamento con la Capitale della cultura. Rispetto a Pesaro, Monteciccardo si distingue per la relativa lontananza (poco più di 20 km) e per la collocazione in uno dei punti più alti e suggestivi delle sue colline. Di fronte alla richiesta di progettare un’opera permanente per Monteciccardo, l’artista Giovanni Termini e il critico d’arte Marco Tonelli hanno così pensato ad una proposta che lavorasse sulla differenza e sulla provocazione: annullare cioè la distanza tra periferia e centro portando nel cuore di Pesaro - anche se temporaneamente - testimonianza di Monteciccardo e delle sue frazioni. È così che dopo un confronto intenso con la comunità di Monteciccardo, la coppia artista/critico, con la collaborazione di un fotografo, ha pensato di ritrarre 15 luoghi che contraddistinguono questo territorio con altrettante gigantografie da esporre come vere e proprie affissioni pubblicitarie di metri 6x3 in 15 sedi. disseminate intorno al centro del capoluogo.

Il testo impresso sulle affissioni, indicazione geografica e implicita interrogazione, vuole stimolare un pensiero ad un insieme di destinazioni (Monteciccardo, Villa Betti, Montegaudio, Monte Santa Maria, Villa Ugolini) presenti a Pesaro solo come immagine, lanciando un invito a visitarli fisicamente, alla scoperta di itinerari alternativi rispetto alle abituali vie di passaggio. Opera in parte concettuale e itinerante, Where is Monteciccardo imita strategie di comunicazione pubblicitaria, politica o turistica e si pone come un’azione di rottura delle abitudini visive e di sorpresa rispetto ad un messaggio che potrebbe apparire enigmatico nella sua evidenza.

Il giorno dell’inaugurazione, nel centro di Monteciccardo, verrà scoperta una targa a terra, scultura pavimentale che rimanderà in modo permanente all’operazione temporanea di affissioni su Pesaro. Al termine verrà presentato il catalogo di Giovanni Termini, con testi di Marco Tonelli e progetto grafico di Vincenzo Alessandria.

L’artista Giovanni Termini è nato ad Assoro (Sicilia) nel 1972. È docente presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino ma vive e lavora a Pesaro. Predilige la scultura e l’installazione come mezzo di comunicazione. Il curatore e critico d’arte Marco Tonelli, nato a Roma nel 1971, vive a Pesaro. Insegna Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia ed è curatore scientifico della Fondazione Progetti Beverly Pepper di Todi.