Pesaro 2024: lo scontro. Biancani: "Slittano i 500mila euro regionali": "Li avrete a Capodanno"

Il consigliere Pd: "Ancora ritardi". L’assessore Baldelli: "A gennaio tutto ok"

Pesaro 2024: lo scontro. Biancani: "Slittano i 500mila euro regionali": "Li avrete a Capodanno"

Pesaro 2024: lo scontro. Biancani: "Slittano i 500mila euro regionali": "Li avrete a Capodanno"

Il tempo è galantuomo. E nel caso dei fondi regionali per Pesaro Capitale della Cultura siamo al conto alla rovescia perché mancano sedici giorni all’ora ‘X’. Ma, occhio: la versione cambia secondo la parte politica interessata. Per Andrea Biancani consigliere regionale del Pd questi soldi "rischiano di arrivare tardi perché sono stati infilati all’interno del capitolo per la Cultura. Quindi si potrebbe slittare a manifestazione già iniziata e potrebbero essere a disposizione della città anche a marzo".

Volti pagina e trovi un’altra musica, perché l’assessore regionale Francesco Baldelli, dice: "Come ha promesso il presidente Francesco Acquaroli che ha anche la delega al Turismo, Pesaro avrà i 500mila euro promessi per il primo gennaio del 2024 e quindi con l’inizio di Pesaro Capitale della Cultura. E di questo si è discusso proprio questa mattina (ieri per chi legge, ndr) in commissione bilancio al fine di accelerare i tempi e quindi mantenere le promesse che erano state fatte. Su questi fondi c’è proprio una specificazione fatta al fine di scarcarli subito a terra. Il tutto tenendo conto che il bilancio sarà varato il 20 e il 21 di questo mese".

Una vicenda che parte da lontano quella dei fondi per Pesaro Capitale della Cultura. Perché lo stanziamento iniziale, per supportare tutte le manifestazioni che sono state messe in programma, era di un milione di euro. Ma era un milione di euro fino a quando l’ex assessore Giorgia Latini, ora parlamentare e segretaria regionale della Lega, con un emendamento tagliò in due il finanziamento per assegnare 500mila euro finalizzati ad un bando Unesco sui teatri della regione.

Un po’ da tutti i settori della maggioranza regionale sono arrivate sempre rassicurazioni su questo capitolo riguardante Pesaro. Ma Biancani, che è stato sempre sopra a questa vicenda come un cane da guardia, ha ripetutamente incalzato i vertici della Regione "anche perché è sempre stato ribadito che questi soldi sarebbero stati rimessi in bilancio per la città – ha ribadito ieri – ma dal 2022 siamo arivati alla fine del 2023 e a quindici giorni dall’inizio dell’anno da Capitale della cultura, e ancora non si è visto un soldo di quelli promessi dalla Regione". Un cavallo di battaglia degli ultimi mesi di Andrea Biancani al quale hanno sempre replicato gli esponenti della maggioranza. Poco più di un mese fa in occasione degli Stati Generali del Turismo il problema era riemerso ed anche in quella occasione arrivarono le rassicurazioni proprio da parte di Francesco Baldelli che oltre a ribadire che i soldi sarebbero arrivati per fine anno, aggiungeva che "il sostegno della Regione è tangibile anche su fronti diversi strettamente collegati alla valorizzazione dell’anno della Capitale". Un riferimento agli staziamenti legati ai borghi, puntando il faro soprattutto su quelli del parco del San Bartolo: in totale un milione di euro.

Come si diceva all’inizio a questo punto il tempo è galantuomo ed anche a stretto giro di posta: da una parte Andrea Biancani che mette come orizzonte anche marzo del prossimo anno e sul fronte opposto c’è invece Francesco Baldelli che dopo un paio di telefonate in Regione nel primo pomeriggio di ieri rassicurava tutto e tutti: "Per il primo di gennaio la città di Pesaro avrà a disposizione il mezzo milione di euro promessi".

m. g.