Venerdì 19 Luglio 2024

Botanica partecipata. Un progetto scolastico per scoprire l’ambiente

Partecipando ad una serie di iniziative, si otterrà una patente ecologica. Ogni terza domenica del mese ai Musei Civici laboratori e attività didattiche.

Botanica partecipata. Un progetto scolastico per scoprire l’ambiente

Botanica partecipata. Un progetto scolastico per scoprire l’ambiente

Promuovere la sensibilizzazione del nostro patrimonio naturale ed artistico attraverso più di 80 attività co-create con le scuole, enti e associazioni del territorio di tutta la provincia. Questo è "Botanica partecipata", un progetto di partecipazione attiva e di educazione alla cittadinanza ecologica e sostenibile per le scuole all’interno dei 44 progetti di Pesaro Capitale della Cultura 2024 nella sezione della ‘natura vivente’ della cultura. Si tratta di proposte destinate a tutti che prevedono percorsi di ’Citizen Science’ con il riconoscimento del percorso svolto certificato da una patente ecologico-botanica ottenuta in forma di gioco, dopo aver partecipato a più attività acquisendo punti e diventando neo-esperti. Un’occasione preziosa per esplorare l’ambiente riconoscendo gli elementi botanici tipici, la biodiversità e gli aspetti antropici attraverso una serie di iniziative – seminari, laboratori, escursioni e prove sul campo con esperti - volte a sensibilizzare la collettività alla conoscenza degli ecosistemi. Il progetto è attuato dal Gruppo di Ricerca di Didattica Ambientale (GRDA) del Dipartimento di Studi Umanistici (DISTUM) dell’Università di Urbino Carlo Bo diretto dal professor Riccardo Santolini e Rossella D’Ugo con la partecipazione delle scuole del territorio e delle agenzie educative.

Il progetto, in cui vengono narrate storie di scienze naturali, arte, estinzioni e diversità, è stato inaugurato lo scorso 26 gennaio a Palazzo Gradari con un incontro dal titolo "Botanica Partecipata: nuove prospettive per una pedagogia con la Natura e nella Natura". Un evento anticipato a settembre 2023 dal seminario "Sostenibilità e ambiente tra Università, Scuola e Territorio" tenuto da GRDA a cui avevano partecipato più di 300 tra studenti e docenti, affrontando i temi dell’educazione con e in natura, la tutela e la valorizzazione del patrimonio ambientale. Inoltre, a dicembre si sono svolti quattro incontri formativi di un gruppo di ragazzi disabili dell’Associazione Utopia come ciceroni del nostro territorio.

L’iniziativa, definita "Anemo Tour", prevede per tutto il 2024 percorsi dentro e fuori i musei prenotabili allo 0721-387541. Ai partecipanti di tutte le età vengono forniti gli strumenti di ricerca per raccogliere dati sulla mappatura dei progetti scuola in natura tra esperienze e apprendimenti, alle misconcezioni degli insegnanti di tutti gli ordini scolastici, educazione in natura ed esperienze mediate dall’arte. Questo permetterà di elaborare informazioni che verranno poi pubblicate per avere consapevolezza di "chi siamo" e del nostro rapporto con l’ambiente naturale in relazione all’educazione. Ogni terza domenica del mese alle 16.30, poi, aI Musei Civici si terranno attività didattiche "LABotanica diVERDEnte" ingresso gratuito su prenotazione (0721-3875419).