Venerdì 14 Giugno 2024

Sport acquatici. Benvenuti in paradiso

In Trentino, una varietà di sport acquatici attende gli appassionati: dal windsurf al kayak, dalla vela al Sup. Dai laghi tranquilli ai luoghi ideali per principianti, c'è qualcosa per tutti. Anche lo sci nautico e il nuovo Wing Foil sul Lago di Garda. Informazioni su www.visittrentino.info.

Ci sono sport che si possono scegliere in ogni momento della giornata. E poi ve ne sono altri – come il windsurf – in cui è il vento a decidere se sarà una grande giornata. Per questo, prima ancora di salire sulla tavola e afferrare il boma, fondamentale è scegliere con cura la destinazione. Non è dunque un caso se ogni estate, rider da tutta Europa si danno appuntamento sul Lago di Garda, in Trentino. Qui la mattina soffia il Pelèr e il pomeriggio l’Ora, così si è sicuri di non restare a mollo.

Per chi cerca invece qualcosa di più intimo, a poca distanza, c’è il Lago di Ledro, sempre ventilato ma molto più tranquillo. Oppure, a meno di mezz’ora da Trento, ecco il Lago di Caldonazzo, attrezzato per lo sport e la movida, o il Lago di Cavedine, perfetto per muovere i primi passi sulla tavola. Infine, si può ’scendere’ al Lago di Idro, per provare a catturare l’Ander, il vento che soffia nel pomeriggio.

Chi non ha mai provato la canoa o il kayak, questi sono i mesi giusti per cominciare. Prima di tutto, perché è uno sport alla portata di tutti: perché i più allenati potranno pagaiare più forte e giocare con le onde, gli altri invece potranno procedere dolcemente e senza sforzo. Scivolare sull’acqua in canoa o in kayak è tanto rilassante e regala un senso di libertà. In questo modo è possibile accedere via acqua a scorci di paesaggio insoliti non visibili dalla riva. In Trentino, ad esempio, dal centro del Lago di Molveno si possono osservare le Dolomiti di Brenta o la cascata del Ponale, nascosta tra le rocce del lago di Garda, oppure pagaiare lungo le rive boscose del lago di Levico.

La vela è una disciplina molto praticata. Ogni anno sportivi da tutta Europa scelgono di spiegare le loro vele a queste latitudini. Ovviamente, il lago più amato dai velisti è il Garda, grazie al Pelèr e all’Ora, i due venti che ne increspano le acque, redendole perfette per regate ad alta intensità. Per imparare, ovvero per i principianti, il luogo giusto dove imparare le basi di questo sport è sul lago di Ledro, meno affollato e circondato da un bellissimo paesaggio naturale o sul lago di Caldonazzo, a meno di mezz’ora di auto da Trento.

Gli appassionati di Sup – che amano scivolare sulla superfice del lago in piedi sulla tavola , dà quasi l’impressione di camminare sull’acqua restando in equilibrio sulla tavola – possono scegliere uno dei trecento laghi trentini dove svolgere questa attività molto salutare. Su www.visittrentino.info si possono trovare i migliori per fare Sup.

Ma non è tutto. Al lago di Caldonazzo è possibile praticare anche lo sci nautico. Si tratta dell’unico luogo in Trentino dove si può provare questa affascinante disciplina. Chi ama l’adrenalina e vuole cimentarsi con uno sport fuori dal comune, può provare l’ebbrezza di un giro in equilibrio sulle onde del lago.

Infine, chi ha sentito parlare di ’Wing Foil?’ È uno sport che unisce alcune caratteristiche del Sup, del kitesurf e del windsurf… e permette, letteralmente, di volare sulla superficie dell’acqua. Questo grazie all’ala gonfiabile (wing) che impugni tramite maniglie, e al foil, una pinna che permette alla tavola di planare sull’acqua. Ebbene, si può praticare sul Lago di Garda. Tutte le info su www.visittrentino.info/it/articoli/outdoor-estate/sport-acquatici