Lunedì 17 Giugno 2024
EGIDIO SCALA
Giornata Mondiale

In Trentino per un tuffo dove l’acqua è sempre più blu

Il Trentino offre laghi balneabili con Bandiere Blu, ideali per una vacanza rilassante e sostenibile. Dai laghi di montagna all'atmosfera mediterranea del Garda, un mix di paesaggi e esperienze uniche.

Il mare è un po’ distante, è evidente. Ma la voglia di fare un tuffo in acque cristalline può essere soddisfatta in ogni momento. Perché in Trentino sventolano le Bandiere Blu sulle spiagge di tantissimi laghi balneabili. Ambienti ideali per rinfrescarsi e vivere un’esperienza di vacanza rilassante per tutta la famiglia. Sull’Altopiano di Piné, il Lago di Serraia e il Lago delle Piazze sono la meta ideale per assaporare il silenzio e l’aria di montagna. I due laghi, entrambi Bandiera Blu, sono contigui e collegati tra loro da un itinerario, da percorrere a piedi, in MTB o a cavallo. Ci troviamo a pochi chilometri da Trento e ai piedi del Gruppo del Lagorai con meravigliosi sentieri che conducono a silenziosi santuari di montagna, si immergono in boschi rigogliosi, dove i pensieri trovano pace e i battiti del cuore si sincronizzano col ritmo perfetto della natura.

Parlando di ritmi slow nella natura, la Valsugana è tappa fondamentale per una vacanza ecosostenibile in cui vivere la giornata dando importanza a ogni attimo: muoversi in bicicletta, mangiare cibo genuino, assaporare il profumo della montagna e sentirsi rinascere dopo un bagno rinfrescante nel lago. Se è questa la tua idea di vacanza, probabilmente hai la Valsugana nel cuore. Questa valle, a pochi chilometri da Trento è la prima destinazione certificata per il turismo sostenibile, secondo i criteri del Global Sustainable Tourism Council.

Un traguardo raggiunto per tanti motivi: dai laghi Bandiera Blu di Levico e Caldonazzo, alla spettacolare Ciclabile del Brenta che ti permette di muoverti senza auto, fino alla vasta rete di sentieri che da percorrere a piedi nella Catena del Lagorai come, ad esempio, il Sentiero della Pace. Senza contare i prodotti a chilometro zero, come i formaggi e i salumi di malga o lo spumante TrentoDoc delle cantine Romanese, Terre del Lagorai e Cenci.

Bellissimo visto dalla riva, abbracciato dalle Dolomiti di Brenta, emozionante osservato dall’alto, dopo un’escursione in bici o a piedi, o planando col parapendio. Sì, perché il Lago di Molveno, sull’altopiano della Paganella, riesce a mettere d’accordo sia gli appassionati di montagna e gli sportivi puri che gli spiriti romantici e le famiglie, che non vogliono rinunciare ai dolci panorami lacustri e al piacere di un gelato sulla spiaggia. Per servizi e qualità delle acque il Lago di Molveno, poi è per Legambiente e Touring Club Italiano il ’Lago più bello d’Italia’. Molveno e il suo lago ai piedi delle Dolomiti di Brenta è una meta ideale in particolare per le famiglie, grazie agli ottimi servizi offerti. E proprio l’Altopiano della Paganella, dal 16 al 23 giugno, si appresta a vivere il ’Dolomiti Paganella Family Festival’, una settimana speciale che propone un ricchissimo programma di attività riservate alle famiglie in vacanza.

Parlando di laghi non si può certo tralasciare sua maestà il Garda. Il Garda Trentino si sente, ancor prima di vederlo. Basta chiudere gli occhi, avvicinandosi ai paesi di Riva del Garda, Arco o Torbole sul Garda. Una brezza delicata porta il profumo degli olivi, che non ci si aspetterebbe di trovare così lontano dal mare, nell’abbraccio rassicurante delle montagne. Il segreto del Lago di Garda, nella parte trentina, è proprio in questo suo microclima mediterraneo, che crea un armonioso contrasto con il suo aspetto simile a quello di un fiordo, con le acque che si insinuano tra alte pareti di roccia. E a pochi chilometri dal Garda, il piccolo Lago di Tenno invece colpisce per l’intenso colore turchese delle acque. Un contrasto che diventa ricchezza: di paesaggi, di profumi, di esperienze da vivere. La mattina si può scegliere una delle spiagge attrezzate, rilassarti al sole e fare sport.

Passeggiando nei centri di Riva del Garda, Torbole, Arco colpisce, invece, l’atmosfera internazionale, ma informale, e la varietà dei locali: i lounge cafè sulle passeggiate del lungolago, attorno alla Rocca e Piazza Catena a Riva del Garda e alla Casa del Dazio nel porticciolo di Torbole, i ristoranti dove degustare le specialità del territorio, come la carne salada o i pesci di lago, trote e carpioni. E sono davvero numerose le novità tra quelle di Garda Trentino Experience. Iniziative differenti per tipologia, ambito e durata, pensate appositamente per far vivere e conoscere i territori del Garda trentino, assecondando le predilezioni di ciascuno: c’è l’outdoor, l’enogastronomia, il benessere, naturale e termale, la cultura e la storia. info su www.gardatrentino. it/experience