Nell’estate del 2019 salpò dal porto di Rimini la barca Mal di Plastica, tutta costruita con bottiglie e materiale riciclato, che raggiunse Venezia con lo scopo di sensibilizzare sul tema dei rifiuti in mare. Da quell’avventura il regista Diego Zicchetti ha ricavato un documentario che stasera alle 20 sarà proiettato per la prima volta a Rimini (Banchina del Club Nautico) nell’ambito del ’Blue Life Fest’, una settimana di manifestazioni, fino all’11 giugno, organizzate in occasione della partenza, il 12 giugno, del progetto di turismo sostenibile ’Citizen Science Sailing for Blue Life’, le cui barche prenderanno il largo alla volta della Croazia proprio dalla banchina del Club Nautico. Questa prima edizione, organizzata da Fondazione Cetacea onlus, Aganoor Aps, Una vela per Asd e Club Nautico Rimini prevede eventi, incontri, esperienze in mare, laboratori e attività di conservazione ambientale a terra e a bordo di barche a vela rivolta a grandi e piccini per presentare l’innovativo esperimento che, dall’estate 2021 per tutta la durata della ’Decade degli Oceani Unesco’, unirà navigazione in barca a vela in Mediterraneo, turismo ecosostenibile, attività di vela solidale e inclusiva, esperienze nei centri di recupero delle tartarughe marine e nelle Aree Marine Protette, immersioni, dolphin watching, snorkeling e citizen science: le esperienze a bordo, guidate dalla biologa marina residente e da ricercatori universitari, serviranno a raccogliere dati per Università e progetti europei utili alla conservazione dei nostri mari.

Il Blue Life Fest, ospitato nella cornice del Club Nautico di Rimini (Largo Ruggero Boscovich 12), vedrà la partecipazione delle Università, dei progetti e delle organizzazioni che saranno a bordo delle barche di ‘Sailing for blue life’ o che l’equipaggio incontrerà durante le tappe della sua navigazione. Oggi e martedì, per festeggiare la Giornata Mondiale degli Oceani, raccolte di rifiuti, relitti, e reti fantasma promossa dalla Rete regionale dei Centri di Educazione alla Sostenibilità della Regione Emilia-Romagna e organizzata con le associazioni riminesi unite per il quarto anno consecutivo sotto il nome di Consulta del Mare. Verranno inoltre organizzate escursioni giornaliere sulle barche a vela con attività a bordo di citizen science e di educazione ambientale, alla scoperta della vita microscopica e macroscopica che popola l’Adriatico con la guida di una biologa esperta della Fondazione Cetacea o dei ricercatori dell’Università.

Tutte le sere, dall’aperitivo in poi, in banchina interventi di ricercatori e dibattiti su tematiche legate al nostro mare: pesca professionale e conservazione ambientale, surriscaldamento globale e conseguenze sull’ambiente marino, nuove e vecchie forme di inquinamento, progetti sulla conservazione della macrofauna mediterranea e in special modo le tartarughe marine, e poi presentazioni di libri, proiezioni. L’11 giugno invece è previsto un evento rivolto agli studenti universitari: un infoday, organizzato da Università di Bologna e Fondazione Cetacea, sul progetto europeo “Marless: MARine Litter cross-border awarenESS and innovation actions” le cui azioni nei prossimi tre anni prevedono attività di campionamento, di sensibilizzazione e di sperimentazione di nuove metodologie atte a rimuovere e trattare i rifiuti marini.

Per informazioni su tutte le attività del Blue Life Fest e prenotazioni ad attività, escursioni e aperitivi: Fondazione Cetacea Onlus 0541.691557 oppure 334.568.8320.