Lunedì 24 Giugno 2024
CONTENTS
Economia

Come scegliere il fondo pensione integrativo

Cosa sono i fondi pensione integrativi e cosa valutare nello sceglierli

I fondi pensione costituiscono una soluzione di previdenza complementare. Ecco dunque che i lavoratori possono versare delle quota costanti o variabili nel fondo con il fine di garantire per se stessi prestazioni previdenziali aggiuntive alla pensione pubblica, maturata attraverso i versamenti obbligatori.

Come scegliere il fondo pensione integrativo  - Credit iStock Foto
Come scegliere il fondo pensione integrativo - Credit iStock Foto

Come scegliere il fondo pensione

La scelta tra i diversi fondi pensione integrativi non è semplice in quanto dipende da diverse variabili personali. Ciò che va preso in considerazione, anzitutto, è il rendimento storico, ovvero le performance passate del fondo pensione. Questo aspetto può dare un’indicazione della capacità del fondo di generare rendimenti consistenti. Altro elemento rilevante è rappresentato dal profilo di rischio: alcuni fondi possono presentarsi più conservativi del capitale, altri invece possono avere una strategia di investimento mirata ad ottenere rendimenti più elevati. È importante, dunque, stabilire quale sia l’obiettivo che si vuole perseguire per comprendere quale sia il fondo che più faccia al caso proprio. E ancora, è molto utile anche tener conto dei costi e delle commissioni del fondo, tramite la verifica delle spese associate allo stesso, come le spese amministrative e le commissioni di gestione. Si consiglia anche di diversificare gli investimenti, per cui è necessario verificare la politica di investimento del fondo pensione e capire se sia adeguatamente diversificata. Infine, occorre considerare anche quali siano i servizi aggiuntivi offerti dal fondo pensione scelto, quali la flessibilità nella scelta delle modalità di contribuzione o la possibilità di apportare modifiche al piano di investimento.

Approfondisci:

Consulta: incostituzionale pagare a rate la liquidazione ai dipendenti pubblici

Consulta: incostituzionale pagare a rate la liquidazione ai dipendenti pubblici

Differenze tra fondo pensione e pensione integrativa

Il fondo pensione è lo strumento per costituire una pensione integrativa, ovvero il capitale accumulato nel tempo ed utilizzato per integrare la rendita previdenziale offerta dallo Stato. In questo modo si ha la possibilità di mantenere un certo tenore di vita anche quando la pensione statale risulti scarna. Per costituire la pensione integrativa ci sono diversi strumenti, come fondi comuni di investimento, Sicav, Fondi pensione aperti (Fpa), Piani individuali pensionistici (Pip), prodotti assicurativi a contenuto finanziario e polizze a rendita.

La differenza tra fondi pensione aperti e negoziali

Per la scelta del miglior fondo pensione è importante, preliminarmente, capire la differenza tra fondi pensione aperti e negoziali. Nel primo caso si tratta di fondi che consentono l’accesso a chiunque soddisfi i requisiti di partecipazione prestabiliti dal gestore. Tali fondi sono gestiti quasi sempre da società finanziarie e sono aperti a tutti i lavoratori, a prescindere dal settore in cui operano. Si tratta, più nello specifico, di patrimoni di destinazione separati ed autonomi rispetto alle società istruttrici che perseguono l’obiettivo di pagare le prestazioni ai partecipanti e non possono essere utilizzati per soddisfare i diritti dei creditori delle società istruttrici. Si può aderire a tali fondi in qualsiasi momento e la partecipazione può avvenire in base alle proprie possibilità economiche. Si possono, inoltre, modificare le condizioni in corso di durata. I fondi pensione aperti sono iscritti all’Albo dei fondi pensione e sono vigilati dalla Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione. Diversamente, i fondi pensione chiusi, anche detti negoziali, nascono da accordi tra sindacati e datori di lavoro in un determinato settore specifico. Si tratta di fondi riservati ai lavoratori che fanno parte del settore oggetto di negoziazione. L’adesione agli stessi talvolta è obbligatoria, altre volte è negoziata come parte delle condizioni lavorative stabilite dai sindacati e dai datori di lavoro. I contributi al fondo sono stabiliti da contratti collettivi o accordi di settore.

Approfondisci:

Pensioni, come sommare i contributi: ricongiunzione o totalizzazione?

Pensioni, come sommare i contributi: ricongiunzione o totalizzazione?

Fondo pensione integrativo, le conclusioni

In base ai discorsi fin qui affrontati è possibile dire che la scelta di un fondo pensione integrativo è propria di ogni soggetto il quale, in relazione alle proprie condizioni e obiettivi ricercati, potrà muoversi nella direzione che ritiene più adatta alle proprie esigenze.