Martedì 16 Aprile 2024

A lezione di Intelligenza Artificiale. Il progetto di Igt per le studentesse

Al via i percorsi formativi sulle materie Steam per le ragazze. Obiettivo di ’AI Girls’, ridurre il gender gap

A lezione di Intelligenza Artificiale. Il progetto di Igt per le studentesse

A lezione di Intelligenza Artificiale. Il progetto di Igt per le studentesse

Trasmettere alle ragazze nuove competenze in ambito tecnologico e contribuire a colmare il gender gap, il divario di genere, costruendo comunità più consapevoli e inclusive per le nuove generazioni. IGT torna con un programma di formazione digitale gratuito dedicato alle studentesse di tutta Italia.

Si chiama ’AI Girls’ ed è ideato e sostenuto proprio da IGT, azienda leader a livello mondiale nel settore del gioco regolamentato, e curato da Codemotion, la più grande community tech in Europa, che attraverso la sua piattaforma offre percorsi di crescita professionale per gli sviluppatori e per le aziende alla ricerca dei migliori talenti in ambito tecnologico.

"Recentemente, proprio in occasione della giornata internazionale della donna, abbiamo lanciato con orgoglio ’AI Girls’, progetto di formazione sull’Intelligenza Artificiale dedicato alle ragazze di tutta Italia per incoraggiarle a studiare le materie STEAM e ad ampliare le loro scelte future. Un progetto che crea competenze con la volontà di contribuire a combattere il gender gap e costruire comunità più inclusive per le nuove generazioni" ha dichiarato Enrica Ronchini,Responsabile Relazioni Esterne di IGT.

"In Italia – le ha fatto eco Chiara Russo, Co-founder e Presidente esecutivo di Codemotion –, solo il 15,7% delle professioni Ict è svolto da donne; per questo è importante introdurre le ragazze al coding e alle materie STEAM, permettendo loro di scoprire che il mondo della tecnologia non è fatto solo di righe di codice, ma di tanta creatività. Creare più opportunità per le giovani donne in questo settore significa stimolare lo sviluppo tecnologico e l’innovazione nel nostro Paese".

AI Girls è un corso di formazione digitale gratuito che si rivolge a oltre 300 studentesse dai 16 ai 18 anni della Scuola secondaria di secondo grado, in questa prima edizione. L’obiettivo è coinvolgere le ragazze in un percorso che le stimoli a valutare un futuro di studi e professionale nell’ambito delle materie STEAM (Science, Technology, Engineering, Art, Mathematics) e dello sviluppo software, ispirando una nuova generazione di appassionate programmatrici e future professioniste delle STEAM.

Il corso è composto da laboratori pratici su creative coding e intelligenza artificiale da remoto, 15 ore di laboratori live con educatori esperti di didattica e tecnologia e da contenuti ’on-demand’, 15 ore asincrone tra challenge, approfondimenti ed esercizi. A partire da marzo per dieci settimane, infatti, in accordo con la scuola sono previste per le studentesse fino a 30 ore di Pcto (percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento). Codemotion ha creato una piattaforma per mettere a disposizione delle partecipanti contenuti con tecnologie open e accessibili, sfide di coding, video tutorial creati ad- hoc, contenuti di riepilogo tra una lezione e l’altra e altro materiale pensato per agevolare la realizzazione di progetti concreti e innovativi.

Una piattaforma in cui le ragazze si incontreranno virtualmente da tutti gli angoli d’Italia, dando vita a una community sicura, inclusiva e stimolante L’approccio formativo, pratico e diretto, sarà project based: si chiederà alle studentesse di produrre prototipi software e opere digitali che esplorino nuovi modi di migliorare la nostra società, con particolare attenzione ai temi dell’inclusività e del divario di genere, attraverso un uso creativo e consapevole dell’intelligenza artificiale. Il progetto è sviluppato seguendo le linee guida delle competenze digitali della Comunità Europea DigComp 2.2.

Al termine del percorso ogni studentessa riceverà un attestato di partecipazione indicante le aree e le competenze sviluppate. IGT ha aperto la formazione gratuita anche ai docenti delle scuole da tutta Italia attraverso una serie di webinar che hanno l’obiettivo di amplificare il più possibile l’impatto del progetto, sfidando la didattica nell’era dell’AI e diffondendo una conoscenza capace di superare le barriere di genere e i bias, consapevoli che anche i modelli tecnologici possono riflettere pregiudizi umani.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro