Virginia Raggi durante la presentazione di nuovi bus a Ostia
Virginia Raggi durante la presentazione di nuovi bus a Ostia

Roma, 3 giugno 2021 - “Atac può essere risanata, può funzionare e deve restare pubblica”. A sostenerlo è la sindaca della Capitale Virginia Raggi, intervenuta in occasione della presentazione, a piazzale Nervi a Roma, di 60 nuovi bus di Atac, l’azienda per il trasporto pubblico locale partecipata al 100% dal Comune: “Sento voci di persone che dicono che l'azienda non funziona e va privatizzata. Io dico no”, è la promessa della prima cittadina, in campagna elettorale per la rielezione al Campidoglio.

Il nodo Atac

La società di trasporto pubblico locale è sempre stata una spina nel fianco per l’amministrazione Raggi e per le precedenti alla guida della Capitale, a causa dei conti disastrati, dei buchi nel bilancio e delle inefficienze nella gestione, spesso criticata dalle opposizioni e dagli elettori romani.

Recentemente erano stati i candidati sindaco alle elezioni Comunali di Roma sfidanti di Raggi, Roberto Gualtieri del Partito Democratico e Carlo Calenda di Azione, a indicare per il futuro di Atac l'ipotesi di mettere a gara le linee periferiche e affidarle ai privati.

Il no di Raggi 

Un’idea osteggiata dalla prima cittadina della Capitale, che anzi difende i risultati raggiunti con Atac: “Abbiamo risanato l'azienda del trasporto che era fallita, perché qualcuno prima di me aveva sperperato. Abbiamo comprato 900 bus nuovi”, aveva dichiarato Raggi già lo scorso primo giugno, intervistata da Bianca Berlinguer a 'Carta Bianca'.

E proprio l’arrivo dei nuovi bus, nonostante “ci siano stati momenti duri”, come ha riconosciuto oggi la stessa Raggi durante la presentazione dei nuovi mezzi, “dimostra come si usano i soldi dei cittadini senza mangiarci sopra. Puntiamo ad avere una azienda pubblica e risanata, che aumenti il servizio - ha aggiunto -. Nessun dipendente è stato licenziato nonostante le difficoltà, anzi abbiamo assunto nuovi autisti. Atac è una squadra ed è una squadra con Roma tutta. Non permetteremo a nessuno di tornare indietro” è la promessa della sindaca.

L'amministratore Atac, Giovanni Mottura: "Completare rinnovo flotta e entro il 2026 più mezzi elettrici"

Giovanni Mottura, Amministratore unico di Atac, ha invece parlato della situazione della flotta di autobus Atac: "Su tutta Roma a oggi escono circa 1.500 bus, considerando che ne stiamo portando 900 nuovi, siamo circa al 60-70 per cento del rinnovo della flotta", ha spigato: "L'obiettivo è completare il rinnovo totale della flotta e far uscire i bus che hanno tra i 10 e i 15 anni o più. Completato questo - è il piano di Mottura - Atac può permettersi di aspettare i fondi del Recovery e programmare entro il 2026 una flotta più sostenibile, investendo in mezzi più cari ma elettrici. E poi avviare il programma di sostituzione di 150 bus all'anno che consente a una flotta da 1.500 veicoli di durare dieci anni", ha concluso Mottura.