Comunali Roma, primarie PD: si vota il 20 giugno nei gazebo
Comunali Roma, primarie PD: si vota il 20 giugno nei gazebo

Roma, 8 maggio 2021 - Alla fine il Pd ha deciso: per il candidato sindaco del centrosinistra si voterà il 20 giugno. Ieri sera, dopo quasi due ore di riunione, il tavolo romano è stato concorde sulla scelta della data. Le primarie sono l'occasione giusta per rilanciare il partito sul territorio. Il Campidoglio è la vera sfida: Ignazio Marino nel 2013 vinse per ultimo le elezioni tra le fila del Partito Democratico, ma si dimise dopo soli due anni, a causa delle dimissioni di 26 consiglieri comunali. 

I candidati PD

Nicola Zingaretti, presidente del Lazio, resta il candidato più richiesto all'interno del PD, anche se non si è ancora sbilanciato su una sua possibile adesione. All'interno lo sanno bene, è certamente l’esponente più forte del centrosinistra romano. Carlo Calenda di Azione ha già ribadito di volersi candidare da solo alle comunali, mentre i nomi degli ex ministri Gualtieri e Cirinnà sono sempre più insistenti. 

Romani al voto

Dovrebbe slittare all'ultima settimana di maggio il termine per la presentazione delle candidature per le primarie del PD per le elezioni comunali a Roma: inizialmente era previsto per il 20 maggio, ma la sensazione è che venga spostato al 25. Il centrosinistra romano, riunitosi ieri sera alle 21, ha anche deciso che la modalità di voto sarà a metà tra i gazebo e on line. Durante il lungo incontro, a quanto si apprende, è stata ribadita la volontà di creare una coalizione di centrosinistra per la Capitale. Le firme per presentare le candidature dovrebbero essere fissate tra le 2000 e le 3000.