Mercoledì 29 Maggio 2024

Naufragio di migranti a Crotone, Mattarella: "Indispensabile intervento dell'Ue"

Meloni: "Dolore, no a speculazioni". Piantedosi: "Fondamentale fermare le partenze". Salvini: "Dovere morale fermare i trafficanti". Opposizioni e Ong all'attacco

Roma, 26 febbraio 2023 - Il bilancio (provvisorio) è di 59 morti e 81 superstiti. Ma il nuovo naufragio di migranti, questa volta al largo della costa di Crotone in Calabria, riaccende il dibattito politico sul tema dei soccorsi in mare. Così mentre si cercano ancora decine di dispersi (pare che sul barcone fossero in 250), la premier Giorgia Meloni invita a non speculare su queste vittime "dopo aver esaltato l'illusione di una immigrazione senza regole" e ribadisce l'impegno del suo geverno "a impedire le partenze", "esigendo il massimo della collaborazione agli Stati di partenza e di provenienza". Le fa eco il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi. "È fondamentale proseguire in ogni possibile iniziativa per fermare le partenze e che non vengano in alcun modo incoraggiate traversate che, sfruttando il miraggio illusorio di una vita migliore, alimentano la filiera dei trafficanti e determinano sciagure come quella di oggi", dice il capo del Viminale. Piantedosi è arrivato a Crotone e dopo il vertice in prefettura ha dichiarato: "La mia presenza qui è doverosa, un segnale di attenzione dello Stato".

 

Crotone, il naufragio: la benedizione delle vittime
Crotone, il naufragio: la benedizione delle vittime

Intanto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sottolinea che "è indispensabile che l'Unione Europea assuma finalmente in concreto la responsabilità di governare il fenomeno migratorio per sottrarlo ai trafficanti di esseri umani, impegnandosi direttamente nelle politiche migratorie, nel sostegno alla cooperazione per lo sviluppo dei Paesi da cui i giovani sono costretti ad allontanarsi per mancanza di prospettive".

FOTO La tragedia e i superstiti

Il dibattito politico

10:20Il governatore Occhiuto: "Dov'è l'Europa?""La Calabria è in lutto per questa immane tragedia", scrive in una nota Roberto Occhiuto, presidente della Regione. "Qui nel 2022 sono arrivati circa 18mila immigrati clandestini, la stragrande maggioranza dei quali a Roccella Jonica, un Comune in provincia di Reggio Calabria diventato ormai punto di approdo delle rotte illegali dei mercanti di esseri umani. I calabresi - un popolo che ha conosciuto il dramma dell'emigrazione - hanno accolto questi migranti, senza alzare polveroni e senza causare tensioni, ma la situazione sta davvero diventando ingestibile", aggiunge il governatore. "Cosa ha fatto l'Unione europea in tutti questi anni? Dov'è l'Europa che dovrebbe garantire sicurezza e legalita'? Che fine hanno fatto le operazioni di dialogo con i Paesi d'origine dei migranti? Tutte domande che, purtroppo, ad oggi non hanno alcuna risposta. E chi sta nei territori, a stretto contatto con la realtà di tutti i giorni, è costretto a gestire le emergenze e a piangere i morti", conclude.
10:31Calenda: "Persone in mare vanno salvate""Le persone che sono in mare vanno salvate a tutti i costi, senza penalizzare chi aiuta a farlo. Le rotte di immigrazione illegale vanno pero' chiuse, altrimenti continueremo ad assistere a questa strage quotidiana", scrive su twitter il leader di Azione Carlo Calenda.
10:45Piantedosi: "Vanno bloccate le partenze"Il naufragio avvenuto in Calabria è "mi addolora profondamente e ci impone innanzitutto il profondo cordoglio per le vite umane spezzate". "E' una tragedia immane - continua il titolare del Viminale - che dimostra come sia assolutamente necessario contrastare con fermezza le filiere dell'immigrazione irregolare, in cui operano scafisti senza scrupoli che pur di arricchirsi organizzano questi viaggi improvvisati, con imbarcazioni inadeguate e in condizioni proibitive. E' fondamentale proseguire in ogni possibile iniziativa per fermare le partenze e che non vengano in alcun modo incoraggiate traversate che, sfruttando il miraggio illusorio di una vita migliore, alimentano la filiera dei trafficanti e determinano sciagure come quella di oggi".
NaN:NaNSeawatch: "Assenza di soccorsi Ue è un crimine""Ancora una catastrofe nel Mediterraneo. Dolore e sgomento per le vittime che si contano a decine. Uomini, donne e bambini. Intollerabile che l'unica via d'accesso all'Europa sia il mare. L'assenza di missione di ricerca e soccorso europea è un crimine che si ripete ogni giorno", commenta con un tweet SeaWatch, l'organizzazione tedesca no-profit che opera nel Mediterraneo centrale. 
11:15Meloni: "Profondo dolore, no a speculazioni"Anche la premier Giorgia Meloni parla di "profondo dolore per le tante vite umane stroncate dai trafficanti di uomini". Lo "Si commenta da sé l'azione di chi oggi specula su questi morti, dopo aver esaltato l'illusione di un'immigrazione senza regole", aggiunge. La presidente del Consiglio sottolinea poi che il governo "è impegnato a impedire le partenze e con esse il consumarsi di queste tragedie, e continuerà a farlo, anzitutto esigendo il massimo della collaborazione agli Stati di partenza e di provenienza".
11:20Salvini: "Dovere morale fermare gli scafisti""Una tragedia. Ormai gli scafisti mettono in mare 'barchini' sempre meno sicuri e malandati incassando, sulla pelle di queste persone, milioni di dollari reinvestiti in armi e droga - scrive sui social il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini -. Fermare i trafficanti di esseri umani e' un dovere morale di tutti, soprattutto per salvare vite innocenti. Una preghiera per questi poveri morti". 
11:45Fratoianni all'attacco di Meloni

Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni va all'attacco della premier e del governo. "Un carico residuale in fondo al mare, vero eh? Se ci fosse stato un sistema di ricerca e soccorso forse potevano essere salvati. Per ora 50 morti ma potrebbero essere almeno il doppio. Un 'carico residualè vero governo Meloni? Evidentemente se ci fosse stato un sistema di ricerca e soccorso potevano forse essere salvati. #migranti", scrive su Twitter.

12:20Conte: "Stop agli slogan e lavorare per un'Europa presente""Decine di morti, anche bambini. Vite ingiustamente spezzate, il Mediterraneo che si macchia ancora di sangue. Ora serve mettere da parte gli slogan e far sì che l'Europa sia davvero presente, solidale e compatta nel gestire e controllare i flussi migratori. Lo dobbiamo a noi stessi, ai nostri valori, alla speranza che era negli occhi di chi oggi ha trovato la morte", scrive invece il leader M5s, Giuseppe Conte, sempre sui social. 
12:30Sbarra (Cisl): "La Ue faccia di più""La terribile tragedia dei migranti sulle coste del crotonese ci lascia sgomenti - sottolinea su Twitter il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra -. L'Europa deve fare molto di più per coordinare i soccorsi, bloccare il traffico di vite umane, evitare che il Mediterraneo diventi un 'freddo cimitero senza lapidi' come ha detto Papa Francesco".
12:35Il Papa prega per le vittime e superstiti

Papa francesco ha ricordato la tragedia del naufragio avvenuto sulla costa calabrese durante l'Angelus. "Prego per ognuno di loro, per i dispersi, per gli altri migranti sopravvissuti - ha detto il Pontefice -. E ringrazio quanti hanno portato soccorso e coloro che stanno dando accoglienza. La Madonna sostenga questi nostri fratelli e sorelle. 

12:50Pd: "Fermare la strage degli innocenti nel Mediterraneo""L'ennesima strage di innocenti nel Mediterraneo. Decine di vittime tra cui tante donne e bambini. Non è l'ora delle speculazioni e delle bandierine. Si faccia tutto ciò che è possibile perché non accadano più tragedie simili, per fermare questa strage. Con misure animate da umanità, che non mirino a tenere le navi Ong lontane dai luoghi dove possono salvare naufraghi (come il governo ha fatto con l'ultimo decreto) e con una azione decisa con l'Unione europea affinché si superino i veti di quei paesi contrari ad una politica comune". Così una nota del gruppo Pd della Camera.
13:00Renzi: "Fermare i trafficanti non le Ong""Ancora una strage di migranti in mare. E ancora una strage di bambini. Lo abbiamo detto anche questa settimana in Senato: vanno bloccati i trafficanti di uomini, non le Ong e i volontari che provano a salvare vite. Un dolore indicibile", scrive sui social Matteo Renzi, leader di Iv.
13:05Elly Schlein: "Decreti del governo sono disumani""Un'altra tragedia pesantissima, non è accettabile che il Mediterraneo sia diventato un grande cimitero a cielo aperto: questo fa capire quanto sia disumano e contro ogni diritto fondamentale fare dei decreti che hanno il solo scopo di rendere più difficile salvare le vite in mare", dice Elly Schlein, parlando dal seggio delle primarie dove ha votato. 
13:20Bonaccini a Meloni: "Stop a guerra alle Ong servono corridoi umanitari" "Cara presidente Meloni, nessuna polemica mentre ci sono morti e dispersi in mare - scive invece l'altro candidato alla segreteria del Pd, Stefano Bonaccini -. Ma visto che lei entra nel merito, ribadisco quel che penso: fermare gli scafisti è una priorità, come priorità assoluta deve essere salvare le vite in mare. La guerra alle Ong scatenata dal Governo non solo è priva di senso, ma è anche una contraddizione in termini rispetto a questi principi, che dovrebbero vedere unita la politica. Così come fermare le partenze: è necessario e possibile nella misura in cui si aprono canali umanitari sicuri (quelli sì radicalmente alternativi alle rotte degli scafisti) e si verifica con rigore il rispetto dei diritti umani. Altrimenti è propaganda e disumanità, come ci dice il numero degli arrivi e la tragica contabilità dei morti in mare". 
13:45Mattarella: "L'Ue governi il fenomeno migratorio""Dolore" è il sentimento anche del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In una nota il capo dello Stato sollecita "un forte impegno della comunità internazionale per rimuovere le cause alla base dei flussi di migranti; guerre, persecuzioni, terrorismo, povertà, territori resi inospitali dal cambiamento climatico". "È altrettanto indispensabile - aggiunge - che l'Ue assuma finalmente in concreto la responsabilità di governare il fenomeno migratorio per sottrarlo ai trafficanti di esseri umani, impegnandosi direttamente nelle politiche migratorie". 
14:43Von der Leyen: "Profondamente addolorata""Sono profondamente addolorata per il terribile naufragio al largo delle coste calabresi. La conseguente perdita di vite umane di migranti innocenti è una tragedia. Tutti insieme, dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi per il Patto sulla migrazione e l’asilo e per il Piano d’azione sul Mediterraneo centrale". Lo scrive su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.
15:21Il ministro Piantedosi a CrotoneIl ministro dell’Interno Matteo Piantedosi è atteso per le 16 di oggi alla Prefettura di Crotone dove presiederà una riunione del coordinamento operativo dei soccorsi dopo il naufragio del barcone dei migranti avvenuto all’alba di oggi sulle coste del crotonese.  Piantedosi si recherà poi al palazzetto dello sport dove sono state trasferite le salme dei migranti morti nel naufragio. Al momento le vittime accertate sono 60 mentre i sopravvissuti sono 80, una ventina dei quali ricoverati all’ospedale civile di Crotone.
16:02L'ipotesi: l'imbarcazione potrebbe essersi spezzata a rivaPotrebbe essersi spezzata a riva, quando le persone che erano a bordo stavano già scendendo, l’imbarcazione sulla quale erano giunti in Calabria i  migranti morti a Steccato di Cutro. È una delle ipotesi al vaglio degli investigatori che dovranno ricostruire le fasi del disastro. Un’altra possibilità è che il peschereccio con a bordo i migranti si sia arenato su una secca che dista un centinaio di metri dalla battigia. Una volta ferma, la nave si sarebbe capovolta, a causa della forza del mare, andando in mille pezzi.
17:18Vigili del fuoco: le vittime accertate sono 59"Continuano i soccorsi dei Vigili del fuoco sulla spiaggia nella zona di Steccato di Cutro. Nell’area operano squadre ordinarie, soccorritori acquatici e sommozzatori. Sono 59 le vittime recuperate". Così in un tweet dei vigili del fuoco.
18:50Soccorritori: sono 81 i naufraghi salvatiAl momento sono 45 i corpi privi di vita recuperati dai vigili del fuoco nella zona del naufragio; altri 2 a Botricello e 1 a Castro, nella provincia di Catanzaro, erano stati trasportati via dalla corrente. Sono complessivamente 59 le vittime accertate e recuperate. Sono invece 81 i naufraghi salvati, alcuni sono stati ricoverati in ospedale. Per i vigili del fuoco stanno operando sul posto squadre ordinarie, soccorritori acquatici e sommozzatori del Corpo nazionale, anche con imbarcazioni e moto d’acqua. Il presidio del vigili del fuoco resterà attivo nella zona anche durante la notte, con una squadra di soccorritori acquatici pronti a intervenire. A causa delle cattive condizioni del mare, le operazioni di ricerca riprenderanno domattina con la luce.
NaN:NaNPiantedosi: "Traversate pericolose, com'è possibile coinvolgere donne e bambini?"Ho voluto portare una testimonianza simbolica sul posto" dove è accaduto il tragico naufragio davanti alle coste di Crotone, "mi chiedo come sia possibile che vengano organizzate traversate di questo tipo, come sia possibile spingersi fino al punto di coinvolgere donne e bambini in traversate che si rivelano tragicamente pericolose". Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi al termine dell’incontro in prefettura a Crotone, dopo il tragico naufragio di migranti davanti alle coste calabresi.
20:10Il comandante dei carabinieri: "Fermato scafista, indagini in corso""I carabinieri si sono gettati in mare per trarre in salvo persone, molti, purtroppo, era già deceduti ma lo sforzo continua, dobbiamo individuare defunti e dispersi e il numero esatto non è ancora quantificabile". Così Raffaele Giovinazzo, comandante provinciale dei Carabinieri di Crotone. Quanto alla dinamica dei fatti, ha aggiunto, "sono in corso delle indagini, il nucleo radiomobile di Crotone ha individuato uno scafista, indicato anche dagli altri naufraghi. Si trova in caserma, sono in corso riscontri per chiarire la sua posizione", ha concluso.