Sabato 13 Aprile 2024

Elezioni Abruzzo 2024: candidati, come si vota e tutto quello che c’è da sapere sulle regionali. La guida

La sfida tra Marsilio e D’Amico, le liste, a che ora aprono i seggi e a che ora si sapranno i risultati

Marco Marsilio e Luciano D'Amico, candidati alle elezioni regionali dell'Abruzzo (Ansa/ImagoE)

Marco Marsilio e Luciano D'Amico, candidati alle elezioni regionali dell'Abruzzo (Ansa/ImagoE)

L’Aquila, 9 marzo 2024 - Domenica 10 marzo 2024, dalle 7 alle 23, si tengono le elezioni in Abruzzo per scegliere il presidente della Regione. I candidati sono due: Marco Marsilio per il centrodestra e Luciano D'Amico per il centrosinistra, il Movimento 5 Stelle, Azione e Italia Viva. Dopo la sconfitta in Sardegna la premier Giorgia Meloni ha chiuso la campagna elettorale del suo candidato, a cui è legata da una stretta amicizia. Quello del centrosinistra invece può contare sul campo larghissimo, ovvero uno schieramento che va dal Terzo Polo al M5s passando per il Pd.

Approfondisci:

Come votare in Abruzzo per le elezioni 2024: cosa serve e le info utili. Niente voto disgiunto alle regionali

Come votare in Abruzzo per le elezioni 2024: cosa serve e le info utili. Niente voto disgiunto alle regionali

I candidati e le liste

Marsilio, nato a Roma il 17 febbraio 1968, è il presidente uscente: ha vinto le elezioni del febbraio 2019 con il 48,03% dei voti, superando i candidati del centro-sinistra Giovanni Legnini (31,29%) e del Movimento 5 Stelle Sara Marcozzi (20,20%). È stato deputato alla Camera dal 2013 al 2018 e senatore dal 2018 al 2019 con Fratelli d'Italia. Sua moglie, Stefania Fois, lo segue regolarmente in campagna elettorale. Il governatore uscente ha parlato in questi giorni del suo rapporto con Meloni, che ha conosciuto quando era un dirigente della sezione del Movimento Sociale Italiano della Garbatella, dove la premier si iscrisse. “Non è cambiata, è una che se deve andare a un appuntamento alle 7 di mattina, esce di casa alle 5”, ha raccontato. Meloni ha lavorato anche come assistente della madre di Marsilio. Marsilio ha parlato anche del rapporto con Arianna Meloni, che “è troppo timida” ma “avrebbe potuto essere al posto di Giorgia”. Marsilio è sostenuto da FdI, Lega, Forza Italia, Noi Moderati, UdC e Dc con Rotondi, più la civica Marsilio Presidente.

Approfondisci:

I fac simile della scheda elettorale in Abruzzo: come fare per non sbagliare a votare

I fac simile della scheda elettorale in Abruzzo: come fare per non sbagliare a votare

D'Amico, professore ordinario di economia aziendale all'università di Teramo, dove è stato rettore dal 2013 al 2018, è nato a Torricella Peligna, comune in provincia di Chieti il 3 gennaio 1960. È stato responsabile dell'orientamento universitario della regione dal 1994 al 1997. È membro dell'Ordine dei dottori commercialisti e ha diretto le Autolinee Regionali Pubbliche Abruzzesi (Arpa). Si è candidato alla carica di consigliere alle elezioni del 2019 non risultando eletto. Ad appoggiarlo in questa tornata elettorale una coalizione composta da Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Alleanza Verdi e Sinistra-DemoS, Azione e dalle liste civiche Abruzzo Insieme-D'Amico Presidente e Riformisti e Civici (PSI-IV). In un'intervista rilasciata al Qn ha detto di non sentirsi il “Romano Prodi d'Abruzzo” anche se è riuscito a federare l'intera coalizione che si oppone al centrodestra in quello che viene definito Campo Larghissimo: “La coalizione in Abruzzo si è formata grazie ai referenti regionali delle forze politiche e all'accordo sul programma e sulla candidatura. L'appoggio dei leader nazionali, graditissimo, è venuto dopo”.

Come si vota

Come detto, le urne aprono alle 7 per chiudersi alle 23. Vince chi ottiene il maggior numero di voti validi. I membri del Consiglio Regionale da rinnovare sono 31: 29 saranno eletti in base alle liste, il 30esimo e il 31esimo posto sono appannaggio del presidente e di chi è arrivato secondo alle elezioni. La scheda elettorale di colore verde reca i nomi e i cognomi dei due candidati alla presidenza della Regione, ovvero Marco Marsilio e Luciano D'Amico, e i simboli delle liste che li appoggiano. L'elettore può esprimere tre tipi di voto validi. Ovvero può:

- votare soltanto il candidato presidente; in questo caso il voto non si estende alle liste collegate;

- votare soltanto una lista elettorale; in questo caso il voto si estende al candidato presidente;

- votare il candidato presidente e una delle liste collegate.

L'elettore può votare per uno o due candidati consiglieri nella lista: deve scriverne il cognome accompagnato dal nome in caso di omonimie, ma le due preferenze devono essere accordate a un uomo e a una donna. Non è consentito il voto disgiunto: la scheda in questo caso viene annullata.

Quando conosceremo il vincitore

Subito dopo la chiusura delle urne comincerà lo spoglio. I risultati definitivi dovrebbero arrivare in mattinata, ma è possibile che già dopo la prima ora di conteggio dei risultati emerga una chiara tendenza sul vincitore. Ammonta in totale a 1.208.276 il numero di cittadini abruzzesi con diritto di voto, tra cui 592.041 uomini e 616.235 donne. In totale i comuni sono 305, le sedi dei seggi sono 1.634 di cui 13 ospedaliere. Per seguire lo spoglio in tv, La7 ha in programma una ‘Maratona Mentana – Speciale Elezioni in Abruzzo’ condotta dal direttore del Tg di La7 Enrico Mentana. L'emittente regionale Rete8 seguirà lo spoglio in diretta con il quotidiano Il Centro, gli exit poll e le proiezioni di Noto sondaggi.