L’apertura di Atreju, la star è Arianna Meloni. "Orgogliosa di mio marito. Schlein? Doveva venire"

Primo giorno della manifestazione, un cartonato per sbeffeggiare la leader Pd. Caso Frecciarossa, la sorella della premier difende Lollobrigida: andava a lavorare

Roma, 15 dicembre 2023 – In attesa dei pezzi da novanta – domani il premier britannico Rishi Sunak, il primo ministro albanese Edi Rama e addirittura Mr Tesla Elon Musk – la kermesse di Atreju sfoglia l’album dei ricordi, dal "confronto Fini-Bertinotti" ai rituali "scherzi" dietro le quinte, "tutte bellissime esperienze, da quando eravamo più piccoli alla nuova stagione di governo", commenta Arianna Meloni. Il capo della segreteria di Fratelli d’Italia, nonché sorella della presidente del Consiglio, parla quasi con nostalgia: "Abbiamo cominciato a fare politica nel 1992, sono passati 30 anni da quel giorno. Abbiamo fatto tantissimi Atreju, momenti magici con fatica e tanto impegno".

Approfondisci:

Andrea Giambruno ad Atreju: l’ex compagno di Giorgia Meloni a sorpresa alla festa di FdI. Stretta di mano con Arianna

Andrea Giambruno ad Atreju: l’ex compagno di Giorgia Meloni a sorpresa alla festa di FdI. Stretta di mano con Arianna
Approfondisci:

Atreju 2023: tra gli ospiti anche Elon Musk. La conferma su X

Atreju 2023: tra gli ospiti anche Elon Musk. La conferma su X

Ora il presente chiama con un programma "ricco di contenuti". "Atreju è un nuovo punto di partenza per riuscire a fare veramente quello per il quale abbiamo cominciato tanti anni fa a fare politica", e il plurale comprende Giorgia seduta a Palazzo Chigi. Questa nuova stagione di FdI non rischia di generare timori? La maggiore delle sorelle Meloni risponde così: "Sarebbe da incoscienti non averne. L’impegno è tanto, ma i presupposti per raccontare una bella storia ci sono tutti". Scivola sul Frecciarossa fatto fermare a Ciampino dal marito ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida: "Orgogliosa di lui, ha trovato la soluzione. È andato a lavorare". A stretto giro arriva la critica dei 5 Stelle: "Errare è umano, ma perseverare è diabolico".

Il cartonato della leader Pd Elly Schlein esposto nel primo giorno di Atreju
Il cartonato della leader Pd Elly Schlein esposto nel primo giorno di Atreju

Nei giardini di Castel Sant’Angelo (con pista di pattinaggio su ghiaccio), Elly Schlein appare in formato cartonato – velenoso scherzetto post rinuncia: "Secondo me le conveniva venire, sarebbe stato un bel segnale", si rammarica Arianna Meloni, mentre il sindaco Roberto Gualtieri difende la leader del Pd: "Io sono una figura istituzionale, lei è il segretario". La cartellonistica punta sull’"orgoglio italiano" e sugli intellettuali d’area, da Gabriele D’Annunzio a Giovanni Guareschi. Poi ecco le mostre su Enrico Mattei e su Trieste.

Le sorti del turismo agitano un dibattito made in Cuneo con Daniela Santanchè e Flavio Briatore. La ministra: "Nel turismo quest’anno sono state assunte 100mila donne. Dare lavoro alle donne e renderle indipendenti dal punto di vista economico vuol dire liberarle dalla sottomissione al maschio, non è una cosa da poco". Il manager: "Dobbiamo trattare meglio i turisti. Abbiamo degli alberghi che fanno schifo… Il turismo si deve insegnare alle elementari perché è la più grande azienda che abbiamo in Italia. Ogni volta che cerchiamo di fare gli investimenti è una follia: permessi e contro-permessi, commissioni formate da gente che è contro. Sperano che tu non apra mai".

La giornata politica è caratterizzata dall’intervento di Roberto Calderoli sull’autonomia differenziata: "Il testo verrà calendarizzato in Aula l’8 gennaio. Un provvedimento che darà non solo risposte al Nord del Paese, ma anche prospettive al Sud". Gualtieri parla di "sòla", e Calderoli reagisce: tra le Regioni a statuto ordinario "12 su 15 hanno richiesto l’autonomia differenziata, quindi Gualtieri non insulta me, ma quelle 12 Regioni".

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn