Giovedì 13 Giugno 2024

Migranti, Sea eyes approda in porto: 20 persone, di cui 2 minori, su 105 in ospedale

Allestiti sul molo Pisacane tensostrutture riscaldate. Prima scenderanno i malati, poi i minori non accompagnati, quindi famiglie e per ultime le persone sole

Napoli, pronte le tensostrutture per lo sbarco di migranti della Sea Eyes

Napoli, pronte le tensostrutture per lo sbarco di migranti della Sea Eyes

Napoli, 6 febbraio 2023 - Oggi poco prima delle ore 16 è approdata nel porto di Napoli la nave Sea Eye 4 con a bordo 105 migranti e 2 salme4. Sulle banchine del molo Pisacane erano già state allestite tensostrutture della Protezione civile e dell'Asl Napoli 1 che collabora con l'Usmaf (Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera). 

"Stanno scendendo adesso le persone che hanno maggiori problemi sanitari, poi dopo scenderanno i minori. - spiega il sindaco Gaetano Manfredi -. Stiamo garantendo il meglio dell'accoglienza che la città, insieme alla Regione e alla prefettura, potevamo mettere in campo. Adesso c'è solamente da accogliere al meglio le persone che hanno trascorso questo periodo così difficile". "Credo - ha aggiunto - che la solidarietà fa parte della nostra civiltà e della nostra comunità. Noi dobbiamo essere in grado di offrire a chi ha sofferto questo viaggio così complesso e così difficile un'accoglienza che è propria del nostro paese e di  Napoli. Ci sono alcune persone che hanno ovviamente delle ustioni ai piedi, ma comunque sono in condizioni accettabili. Chiaramente poi bisogna vedere anche dal punto di vista psicologico, però noi abbiamo sia le squadre di psicologi, di assistenti sociali e di mediatori sul posto, si sta facendo il meglio possibile che è quello che compete alla nostra città e alla nostra comunità. Ci sarà - ha concluso il sindaco - uno screening sanitario e psicologico più approfondito e poi verranno trasferiti nella struttura di Miano, un ex convento, che abbiamo attrezzato ad hoc". 

Medici a bordo per tamponi e verifica condizioni

"Ci siamo riuniti da subito con tutte le autorità presenti per definire il dettaglio delle operazioni. La Protezione civile ha montato alcune tende riscaldate per le prime attività e stamattina abbiamo mandato i medici sulla nave per verificare le condizioni e per i primi tamponi. L'attività è già cominciata da due giorni e riprende oggi pomeriggio. Molti andranno all'ospedale del  Mare e poi distribuiti, in alcuni casi, in altre regioni. A bordo non abbiamo riscontrato particolari situazioni di criticità". Così il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, rispondendo ai giornalisti questa mattina in attesa dell'arrivo della Sea Eye 4 al porto di Napoli. A bordo, ha spiegato, ci sono 106 migranti e due salme. Una terza salma è rimasta a Messina. 

20 profughi, tra cui 2 minori, saranno trasportati in ospedale

Sono 20, al momento, le persone a bordo della Sea Eye 4 che necessitano di ricovero. Di esse, 18 verranno trasportate all'ospedale del Mare e 2, minori, verranno, invece, trasferite all'ospedale pediatrico Santobono. Solo dopo si valuterà un eventuale trasferimento in altri ospedali per cure specialistiche. Dalla nave scenderanno prima le persone da ospedalizzare, poi i minori non accompagnati, poi le famiglie e in fine le persone sole. Quasi tutti i migranti verranno accolti, in un primo momento, nel covid residence dell'ospedale del Mare, salvo qualcuno che verrà subito trasferito in Puglia o nel Lazio. 

Deceduto un altro migrante

Uno dei naufraghi soccorsi nel Mediterraneo dalle nave 'Sea Eye 4' alcuni giorni fa è deceduto. A riferirlo,  nella serata di ieri, è l'omonima Ong, la quale spiega che la salute di due migranti a bordo era peggiorata così gravemente che entrambe avevano dovuto essere evacuati dalla nave, ma uno dei due è morto in ospedale, spiega Sea Watch riferendo quanto "appreso dalle autorità". Dopo le due evacuazioni, al momento si trovano ancora a bordo 105 sopravvissuti e i cadaveri di due migranti, i cui corpi erano stati recuperati in mare durante i soccorsi.  La nave avrebbe dovuto dapprima fare approdo al porto di Pesaro, secondo l'assegnazione del Viminale, poi l'indicazione del porto di Napoli.

Migranti, sbarco Sea Eyes domani alle 7 a Napoli: per i minori soli aperta nuova struttura

Migranti, Sea Eye a Napoli: fermati tre scafisti sbarcati dalla nave