Mercoledì 29 Maggio 2024

Incidente sul lavoro: morto Giuseppe Stabile travolto da una catasta di legno

Aveva 22 anni, papà di 2 bambini piccoli, stava lavorando nell'azienda di famiglia a Quadrivio di Campagna nel Salernitano

Giuseppe Stabile

Giuseppe Stabile

Quadrivio di Campagna (Salerno), 1 febbaio 2023 -  Ancora un dramma sul lavoro. L'incidente fatale nel salernitano è avvenuto ieri pomeriggio in località Quadrivio di Campagna.  La vittima è Giuseppe Stabile di 22 anni, sposato e padre di due figli. Il giovane stava lavorava nell'azienda di famiglia quando, per cause in corso di accertamento, è stato travolto da una catasta di legna che è scivolata dal cassone del camion.

Inutili i tentativi dei sanitari di salvargli la vita: il corpo di Stabile resta a disposizione della Magistratura. Giuseppe Stabile lascia la moglie Francesca e due figli piccoli. Domani i funerali, l’estremo saluto gli verrà dato nella chiesa di San Michele Arcangelo a Quadrivio di Campagna alle ore 10.30. 

In Campania è il secondo giovane che muore sul lavoro in pochi giorni: il 12 gennaio a Caivano, Antonio Golino, operaio di 22 anni è morto sotto un bancale

I messaggi di cordoglio dal web

Quanto la notizia della tragedia si è diffusa sui social si sono moltiplicati i messaggi di cordoglio per la morte di Giuseppe, spesso accompagnati da foto che lo ritraggono felice e sorridente con la sua famiglia. Tra i tanti a ricordarlo c'è Grazia: "Giuseppe Stabile sei stato un piccolo grande uomo, pochi hanno saputo vivere come te, sei stato unico e sarai sempre unico".  

E Mario Conte, sindaco di Eboli, cittadina di cui è originaria la moglie di Giuseppe: "Una giovane vita infranta, una famiglia privata del suo punto di riferimento. La tragica scomparsa di Giuseppe Stabile, ragazzo di Campagna di 22 anni, vittima di un drammatico infortunio sul lavoro, ha sconvolto tutti. Lascia due figli e la moglie, Francesca Marino, di origini ebolitane. L’episodio, nella sua dolorosa fatalità, induce ulteriori riflessioni sulla sicurezza, i cui standard vanno seriamente aumentati.  Inammissibile che in Italia, ancora oggi, si muoia mentre si è impegnati a svolgere il proprio lavoro. A nome di tutta l’amministrazione e della Città di Eboli, con sincera e commossa partecipazione, esprimo le più sentite condoglianze ai familiari. Incidente stradale: anziano del Cilento investito e ucciso sul lungomare di Salerno Infortunio sul lavoro: operaio 50enne muore schiacciato da una trave a Frattaminore