Lunedì 17 Giugno 2024

Covid Campania, varato il nuovo piano vaccinale

Sono 2.040 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore e 3 i decessi. In peggioramento i ricoveri dei positivi nelle terapie intensive, stabili i reparti ordinari

Napoli, 1 dicembre 2022 – La Campania punta sui vaccini dei pazienti fragili per prevenire il diffondersi del Covid e altre malattie ad alto rischio, la strategia è nel piano vaccinale appena pubblicato dalla Regione. Tutti i dati delle somministrazioni saranno convogliati sulla piattaforma informatica Sinfonia, per un monitoraggio in tempo reale ormai rodato durante gli ultimi due anni di vaccinazioni anti Covid.

Covid Campania, 1° dicembre 2022
Covid Campania, 1° dicembre 2022

Il bollettino di oggi

Nelle ultime 24 ore, in Campania si sono registrati 2.040 nuovi positivi al Coronavirus, 137 in meno rispetto ai dati resi noti ieri dall’Unità di crisi regionale. Sono 3 i decessi: 2 avvenuti nelle ultime 48 ore e uno in precedenza, ma registrato ieri. I tamponi processati ieri sono stati 13.50510.545 antigenici e 2.960 molecolari – e a dare esito positivo sono stati 1.899 test antigenici e 141 molecolari.

Covid in Cina, media: "Pechino consentirà isolamento domestico". Allentate le restrizioni

Netto peggioramento dell’occupazione nelle terapie intensive della Campania: sono 17 i pazienti ricoverati, contro i 9 di ieri. Sono, invece, stabili i reparti ordinari: 575 i positivi in corsia, stesso numero di ieri. A comunicarlo l'Unità di crisi regionale. “Non mi sembra che in questo momento ci sia particolare allarme. C'è un aumento contenuto dei casi, però non c'è congestione nelle strutture sanitarie: la situazione è monitorata, ma rientra nell'attesa”. Lo ha detto Gianni Rezza, direttore della prevenzione del ministero della Salute, a margine della presentazione della campagna di vaccinazione Covid e influenza.

Il piano vaccini della Regione Campania

Vaccinare i pazienti cronici e fragili per patologia contro l'herpes Zoster e lo pneumococco, ma anche contro l'influenza stagionale e il Covid – con la quarta dose – raggiungendoli con un'offerta attiva anche negli ambulatori specialistici e in ospedale, ad esempio durante un controllo o un ricovero, con l'obiettivo di fare prevenzione attiva e tutelarne la salute con una maggiore difesa rispetto alle infezioni a più alta incidenza. La Regione Campania mette in campo un piano sanitario ad hoc per potenziare e migliorare la rete di erogazione dei vaccini a favore della fascia di popolazione maggiormente a rischio.

Tra i fattori di rischio individuato dalla Regione, i pazienti oncologici, con sclerosi multipla, diabetici, trapiantati e in attesa di trapianto, cardiopatici, broncopatici, malati reumatici, dializzati e affetti da patologie del sistema immunitario e, più in generale, a tutti i malati cronici. Il progetto, già in pista dalle scorse settimane, è stato presentato ieri in un tavolo di lavoro al centro direzionale promosso da Motore Sanità.