Giovedì 23 Maggio 2024

25 Aprile a Napoli: boom di turisti per il ponte, folla nelle strade del centro

Tutor per i visitatori che si recano al murale di Maradona. Difficile camminare a piedi in via Toledo, sul lungomare e in piazza Plebiscito

Turismo, a Napoli in campo 10 tutor ai Quartieri spagnoli

Turismo, a Napoli in campo 10 tutor ai Quartieri spagnoli

Napoli, 23 aprile 2023 - Boom di turisti a Napoli affollata nel week end che precede il ponte del 25 Aprile. Folla nelle strade della città, tra cui via Toledo, ad esempio, dove oggi è anche difficile camminare a piedi, e poi il lungomare e piazza Plebiscito. Si prevede un superamento delle 200 mila presenze registrate a Pasqua con un'occupazione delle camere d'albergo e dei b&b oltre l'80 per cento. Preludio ad un altro prossimo ponte, quello del Primo maggio, ma anche al week end della possibile vittoria dello scudetto da parte del Napoli.

Le date dello scudetto

Molti turisti hanno opzionato le possibili date nelle nelle quali la matematica dovrebbe assegnare il tricolore agli azzurri per assistere alla festa della città. Affollate tutte le altre località turistiche della Campania: sui social sono apparse le immagini della folla che si è riversata sull'imbarcadero per Positano, in Costiera amalfitana.

Approfondisci:

25 aprile a Napoli: celebrazioni, musei gratis, mostre, eventi

25 aprile a Napoli: celebrazioni, musei gratis, mostre, eventi

Targhe alterne sull’Amalfitana

Il Comune di Amalfi ha reso noto che tornano le targhe alterne sulla Statale 163 Amalfitana in coincidenza con i più noti «ponti» festivi (25 Aprile e 1° Maggio), secondo le previsioni contenute in un'ordinanza Anas. Il provvedimento avrà quindi valore per nove giorni: dal 24 aprile al 2 maggio. In queste date il transito a targhe alterne di tutti gli autoveicoli avverrà dalle ore 10 alle ore 18 con questa modalità: nei giorni con data dispari, transito vietato per le targhe con ultima cifra numerica dispari; nei giorni con data pari, transito vietato per le targhe con ultima cifra numerica pari.

Tutor ai Quartieri Spagnoli

A Napoli, tra le nuove 'mete' turistiche i Quartieri Spagnoli e il murale di Maradona. Dieci tutor turistici, con le pettorine e i cappellini del Comune di Napoli sono presenti in zona, meta di migliaia di visitatori. L'obiettivo dell'iniziativa - che rientra in "Vedi Napoli e poi Torni" e vede già impegnati i tutor al centro storico, alla Sanità, al Vomero e all'interno degli Infopoint - è quello di dare informazioni ai turisti sui luoghi e i monumenti da visitare nella zona oltre al già noto murale, anche per meglio gestire i flussi di visitatori.

Approfondisci:

Trenitalia, in Campania nei festivi 15mila posti in più sul regionale

Trenitalia, in Campania nei festivi 15mila posti in più sul regionale

"I tutor - spiega l'assessore al Turismo del Comune, Teresa Armato - dovranno accogliere, consigliare e informare i turisti suggerendo nel caso di flussi massici la visita a beni culturali o artistici della zona come la chiesa di Santa Maria Ognibene o quella di Santa Maria Francesca, in modo da dare un'offerta turistica più ampia in aggiunta alla visita al murale di Maradona. Inoltre ragazzi e ragazze potranno suggerire i percorsi pedonali alternativi consigliati dal Comune in zona".