Lunedì 17 Giugno 2024
EVA DESIDERIO
Moda

Gucci apre la Milano Fashion Week Men's, prima sfilata dopo l'addio di Alessandro Michele

Moda uomo in passerella dal 13 al 16 gennaio, subito dopo Pitti. Il brand del Gruppo Kering si affida a uno studio stilistico interno, in attesa del nuovo direttore creativo

La Milano Fashion Week Men's è in programma dal 13 al 17 gennaio

La Milano Fashion Week Men's è in programma dal 13 al 17 gennaio

Milano, 14 dicembre 2022 - Apre il 13 gennaio Gucci, che manca dalle passerelle milanesi dell’uomo da tre anni per via della pandemia, e chiude Zegna con lo show del 16 gennaio alle 15. In tutto 21 sfilate per la moda uomo, 31 presentazioni, 5 presentazioni su appuntamento, 4 contenuti digitali e 11 eventi per un totale di 72 appuntamenti che di questi tempi di ripresa difficile non sono pochi. La Milano Fashion Week Men’s Collection per l’autunno inverno 2023 è stata presentata oggi e riserva già la prima sorpresa con Gucci che ritorna in pista sotto la "scure", mediatica e creativa, dell’addio di Alessandro Michele, direttore creativo del brand principe del Gruppo Kering fino allo scorso 23 novembre quando è scoppiata la bomba di questo distacco che ancora, a tanti, pare come impossibile. E invece no, Michele non c’è più e d’ora in poi Gucci sarà altra cosa, sarà in trasformazione a cominciare da questo primo défilé nel 2023 a Milano con la collezione disegnata dallo studio stilistico interno della maison presieduta da Marco Bizzarri. Fonti interne a Gucci raccontano di stare tranquilli: ancora fino a tutto gennaio non ci saranno novità, non ci sarà l’atteso nome nuovo alla guida del brand, e forse per dare la news si aspetterà addirittura febbraio con la collezione donna.

Intanto il ritorno in pista di un marchio galattico come Gucci dà subito l’impronta per l’importanza mai scalfita delle collezioni maschili milanesi, che verranno dopo la chiusura di Pitti Uomo, edizione 103 che aprirà l’anno del fashion dal 10 al 13 gennaio con gli oltre 760 brand in Fortezza da Basso e alcune “contaminazioni” nel calendario come il lifestyle e il pet.

Tornando alla Milano Fashion Week  JW Anderson conferma la sua presenza in calendario e debutterà in passerella il marchio londinese Charles Jeffrey Loverboy, che nel giugno 2022 era stato presente con un progetto digitale. Nel calendario delle presentazioni per la prima volta saranno presenti ADD, Bonsai, Charles Philip, Iuter, Sestini, Tagliatore e Valstar. Tra gli eventi Colmar, che in occasione del suo 100esimo anniversario, presenterà in anteprima la nuova collezione Colmar Revolution; PT Torino; Lardini (che esce da Pitti Uomo).  Il 14 gennaio alle 20.30 verrà presentata la prima collaborazione tra Marni e Carhartt WIP. Mentre, lunedì 16 gennaio avrà luogo l’evento di presentazione “The Added Element” durante il quale The Woolmark Company & Luna Rossa Prada Pirelli sveleranno le novità della technical partnership, mostrando il ruolo fondamentale della lana Merino nell’abbigliamento e nelle divise del team e dell’equipaggio.

“Ancora una volta Milano conferma la sua centralità come capitale della moda maschile, grazie alla presenza delle più alte eccellenze italiane, ma anche di una serie di progetti e attori internazionali innovativi e all’avanguardia - dice Carlo Capasa, presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana -. Creatività, innovazione, qualità e sostenibilità continuano ad essere le leve principali per il continuo sviluppo del sistema della moda maschile italiana. Il calendario della Fashion Week che presentiamo si rivela ricco di appuntamenti che dimostrano un grande dinamismo del settore. E poi insieme a Firenze con Pitti Uomo siamo in grado di organizzare per primi ad inizio del nuovo anno una settimana del fashion sempre uguali per prestigio e importanza internazionale”, conclude il presidente Capasa.

La Milano Fashion Week Men’s Collection Autunno/Inverno 2023 sarà promossa da una campagna di comunicazione realizzata da CNMI, Comune di Milano e Yes Milano e sarà veicolata sugli schermi attraverso le affissioni del Comune di Milano dal 9 al 17 gennaio. Per quest’edizione la ricerca della location si è focalizzata su un racconto di una Milano inusuale: scattata dal fotografo Paolo Zerbini con lo styling di Riccardo Maria Chiacchio alla Balera dell’Ortica, la campagna vede come protagonisti i look di Federico Cina, Çanaku, MTL Studio e Bonsai.

Come seguire le sfilate di Milano

Gli appuntamenti della settimana di Milano saranno amplificati in Cina continentale grazie allo streaming partner internazionale Tencent Video, mentre l’OOH streaming partner italiano, Urban Vision, diffonderà lo streaming delle sfilate, attraverso il maxi led posizionato sul Duomo di Milano messo a disposizione da Samsung. Gli altri contenuti, inclusa la campagna della MFW, saranno trasmessi sul maxi led di Corso Vittorio Emanuele. Inoltre, grazie ai Video Channel Partner, Fashion Channel e Asahi Shimbun sarà possibile visualizzare rispettivamente su YouTube e in Giappone i contenuti della Fashion Week in playback.

Le sfilate si potranno inoltre seguire sulla piattaforma milanofashionweek.cameramoda.it, la quale ospiterà anche una sezione dedicata agli showroom virtuali, sia multi-brand che monomarca. Ogni showroom avrà la possibilità di presentare, relativamente ai brand approvati da CNMI, foto e video delle collezioni, contatti, date di campagna vendita e press release. 

"Con l’edizione autunno/inverno 2023, la Milano Fashion Week Uomo conferma la propria capacità attrattiva portando in città i protagonisti del Settore e l’eccellenza del Made in Italy in un palinsesto ricco di appuntamenti, dinamico nelle formule e contaminato nelle collaborazioni. Insieme ai grandi marchi, che siamo contenti e onorati di ospitare, sfileranno a Milano i nuovi talenti e questo racconta, ancora una volta, l’attenzione di Camera della Moda verso i giovani. Guardo poi con particolare favore all’iniziativa lanciata per questa edizione della moda uomo e dedicata alle donne: un percorso di mentoring che, alla stregua del progetto del Comune, si propone di aiutarle a trovare la propria strada nel mondo del lavoro”,  racconta l’assessora allo Sviluppo economico, con delega a Moda e Design, Alessia Cappello. In quest’ottica, CNMI ha annunciato l’apertura del bando per l’assegnazione dei CNMI Fashion Trust Grant 2023, promosso dal Camera Moda Fashion Trust, iniziativa creata per sostenere e promuovere la nuova generazione dei marchi indipendenti del Made in Italy, che per la prima volta apre anche ai brand menswear.

Inoltra Camera Nazionale della Moda Italiana continua a promuovere anche le tematiche legate all’Equality con il lancio di un nuovo progetto a supporto delle donne. CNMI, in partnership con Salesforce e in collaborazione con D.i.Re (Donne in Rete contro la violenza), annuncia il progetto di mentoring Empowering Women in Fashion Retail, dedicato a donne provenienti da tutta Italia con background professionali diversi, con l’obiettivo di fornire le competenze necessarie per iniziare a intraprendere un percorso lavorativo nel settore del fashion retail. Dieci sessioni di mentoring, tenute da esperti del settore individuati da CNMI e Salesforce.