Martedì 18 Giugno 2024

Lacoste, via il coccodrillo. Serie limitata con animali a rischio estinzione

L'azienda fondata nel '29 dal tennista francese mette da parte il famoso coccodrillo: al posto l'icona di specie a rischio

Lacoste, via il coccodrillo in serie limitata (twitter)

Lacoste, via il coccodrillo in serie limitata (twitter)

Parigi, 28 febbraio 2018  - Iniziativa di beneficenza della casa di moda Lacoste che in nome dello zoologicamente corretto rinuncia, ed è la prima volta, al suo marchio icona in favore della difesa delle specie in via di estinzione. Il famoso coccodrillo verde, il soprannome del fondatore nel 1929 dell'azienda il tennista Renè Lacoste, sarà sostituito per un numero limitato di magliette polo, 1.775, che portera il simbolo di 10 animali a rischio estinzione, come la tigre di Sumatra o il rinoceronte di Giava.

Le magliette polo saranno bianche come le originali usate dal tennista francese negli anni '30 nei tornei del Grande Slam e l'icona dell'animale sempre verde come il coccodrillo che dal 1933 appare sulle Lacoste. 

L'iniziativa di beneficenza sostiene l'organizzazione "Save Our Species". Ma se avevate intenzione di comprarne una potrebbe essere un problema: sono state vendute quasi tutte in poche ore subito dopo l'inizio della sfilata di Lacoste alla settimana della moda di Parigi, il costo era di 150 euro.

Il numero limitato non è casuale ma si riferisce al numero di esemplari della specie ancora presenti in natura: ad esempio ci sono solo 30 icone della focena del Golfo di California e 231 dei condor della california. L'idea è dello stilista portoghese Felipe Oliveira Baptista. Curiosità: per non snaturare del tutto il marchio, il coccodrillo appare in piccolo sotto il colletto sul lato delle magliette della serie limitata.