Giovedì 20 Giugno 2024
EVA DESIDERIO
Moda

Jean Paul Gaultier, standing ovation e lacrime per il suo ultimo pret-à-porter

Applausi infiniti dopo il defilé. "Questo non è un addio alla moda ma una porta aperta per un futuro di felicità e creatività", ha raccontato Gaultier

Gaultier festeggiato dalle modelle alla fine del defilé (Ap)

Gaultier festeggiato dalle modelle alla fine del defilé (Ap)

Parigi, 27 settembre 2014 - Dopo 40 anni di successi e di esaltazione fashion stasera Jean Paul Gaultier ha detto addio al suo pret-à-porter, in applausi infiniti e standing ovation dei suoi 1500 invitati. Anche qualche lacrima di nostalgia e quella velata tristezza che spesso scende sui defilè. Finisce un'epoca? In qualche modo sì, soprattutto finisce un modo allegro, ironico e spesso assai dissacrante di mostrare i vestiti, guardare alla società e anche ai suoi vizi, reinventare modernizzandolo il costume.

“Adesso voglio fare solo ciò che mi piace, dedicarmi all'haute couture, ai profumi, al rapporto con le star. Questo non è un addio alla moda ma una porta aperta per un futuro di felicità e creatività!”, racconta Jean Paul Gaultier alla fine della sfilata spettacolo, al culmine della commozione e dell'emozione e tra il tripudio di applausi. Lo stilista per molti anni considerato l'enfant prodige della moda francese durante tutta la sua carriera creativa ha mandato in passerella travestiti, spogliarelliste e donne cannone: ieri sera ha dedicato tutto il defilè a Miss France, con tanto di fascia Miss Gaultier, regalando l'ultimo spettacolo, che ha esaltato tutti i 1500 invitati, al Gran Rex, il cinema Dèco “dove andavo da bambino per Natale e dove ho sempre sognato di sfilare”, confida Jean Paul. Sogno realizzato con una passerella tutta energia e gag che alla fine ha incoronato la Miss. Omaggio a Miss Meteo, Miss Smoking, Miss Femme de Footballeur, Miss Cycliste, Miss De Palmay e l'intramontabile Miss Marinière con le classiche maglie a righe che hanno reso celebre la maison che oggi è in mano al colosso dei profumi spagnolo Puig.

A stargli vicino in questa serata parigina piena di nostalgia e forse qualche rimpianto un'amica da sempre come Catherine Deneuve, il tout Paris, e colleghi stilisti come Pierre Cardini (92 anni), Alber Elbaz, Rick Owen, Gareth Pugh, Antony Vaccarello che hanno applaudito la Miss in abito giallo Tour de France, la Miss Tuxedo con mezzo giacca e miniabito argento, la Miss redattrice di moda con una modella vestita di verde squillante alla maniera di Suzye Menkes prima maniera. Non sono mancate le modelle coi capelli bianchi come Axelle in omaggio alle bellezze da concorso anni Cinquanta.

Due, infine, le sorprese: lo spiritoso spogliarello di Rossy De Palma e l'elezione a reginetta dello show per la topo model Coco Rocha.