Martedì 23 Aprile 2024

Dries Van Noten dice addio alla moda. A giugno firmerà la sua ultima collezione

Lo stilista olandese lascia dopo 38 anni di carriera. “Rimarrò comunque coinvolto nella maison alla quale tengo moltissimo”, scrive nella lettera con cui annuncia il suo prossimo ritiro

Lo stilista Dries Van Noten e, a destra, un suo autoritratto

Lo stilista Dries Van Noten e, a destra, un suo autoritratto

Parigi, 19 marzo 2024 – Con una lettera semplice, asciutta ma piena di sentimento, così come è nello stile di Dries Van Noten, stilista eccelso ed eccezionale, che dopo 38 anni di creazione appassionata dice addio alla moda. Lo farà ufficialmente a giugno, a Parigi, per la sfilata della collezione uomo per l’estate 2025, mettendo così fine ad una carriera gloriosa basata su uno stile raffinatissimo e teneramente colorato, minimal ma prezioso, fiorito ma austero, che ha conquistato il mondo per il suo essere concettuale ma mai astratto ed astruso.

Uomini e donne nel mondo hanno amato gli abiti e gli accessori di Dries Van Noten che solo pochi giorni fa sempre a Parigi dove da anni aveva deciso di sfilare ha incantato il pubblico con una collezione femminile da favola, linee sciolte ed essenza raffinata, come sempre mostrata in uno spazio povero, di solito un garage o una casa delabrè, ad enfatizzare il concetto che vestirsi bene e con classe può essere da tutti, anche da parte di chi non abita tra stucchi dorati e specchi antichi. Per lo stilista olandese, nato nel 1958, questi 38 anni da creativo sono stati un crescendo di fama e di fans che non hanno mai tradito il suo “vangelo” romanticamente minimale ispirato dalla sua formazione scolastica come uno dei ragazzi della scuola di moda di Anversa dove ha studiato con Walter Van Beirendonck e Ann Demeulemeester, alcuni dei famosi Antwerp Six, e poi laureato nel 1981 alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa. Nel 1986 fonda il brand col suo nome, con quella visione sempre contemporanea ma delicata che lo contraddistingue.

Nel 2018 il primo passo di questo addio che Dries ha formalizzato con una lettera piena di affetto e affetto, che porta in calce alla fine un disegno con l’autoritratto ad acquerello col suo cagnolino, col passaggio della partecipazione maggioritaria della maison al Gruppo Puig, e infatti Van Noten ringrazia dell’amicizia Marc Puig, ceo del gruppo spagnolo che dai profumi si occupa anche molto di moda (Puig detiene Jean Paul Gaultier, Carolina Herrera, Nina Ricci e Paco Rabanne). Finora una partnership vincente con lo stilista che è restato presidente del brand e direttore creativo, con sede sempre ad Anversa.

“Poi annunceremo il nome del designer che continuerà la storia di DVN Men & Wiman Rimarrò comunque coinvolto nella maison alla quale tengo moltissimo e ringrazio tutti i Puig di aver puntato a creare un’azienda sempre più forte. Uno dei favoriti alla successione potrebbe essere Haider Ackermann. Dopo la vendita DVN ha acquistato una villa sulla Costiera Amalfitana dove conta sempre di più di vivere ora che avrà più tempo libero col suo partner di lunga data Patricj Vangheluwe, al quale è andato un caldo ringraziamento nella lettera “per avermi aiutato a creare tutte le collezioni e per avermi supportato fin dall’inizio nella costruzione di questa Maison”.

Partito da Anversa giovanissimo poi approdato a Londra e Parigi ecco la carriera splendida di Dries che ha dato un’impronta forte e meravigliosa alla moda per quasi 40 anni. “Ma ora sento che è giunto il momento di lasciare spazio a una nuova generazione di talenti che porteranno la loro visione al marchio”, conclude Dries nella lettera ringraziando fornitori, atelier e le ricamatrici in India.