Mercoledì 24 Aprile 2024

Come scegliere un abito. Guida alla sartoria maschile

Secondo gli esperti il segreto di un abito che calzi a pennello è tutto nelle spalle

Colin Firth in Kingsman - Secret Service

Colin Firth in Kingsman - Secret Service

Acquistare un abito non è così semplice come si potrebbe credere. A meno che non ci si affidi a una sartoria per la realizzazione di un abito su misura, solitamente, l'obiettivo è uscire alla ricerca di un semplice due pezzi, con giacca e pantaloni in coordinato, che cadano bene e si intonino magari a scarpe e camicia già pronti nel guardaroba. I meno esperti, dunque, potrebbero pensare che l'impresa  comportari solo la scelta del colore e del taglio dell'abito. Ma non è così. Decifrare il linguaggio sartoriale e compiere la scelta migliore, per chi non sia avvezzo al mondo della moda, potrebbe essere una vera e propria epopea. Gli elementi da considerare per acquistare un abito che calzi a pennello e esalti la figura sono parecchi, dalla vestibilità al tessuto, passando per la lunghezza delle maniche, la fodera e le tasche, tutto deve essere tenuto in considerazione e valutato con attenzione.

L'importanza delle spalle

Punto di partenza del mondo della sartoria per creare un abito è l'attenzione dedicata alle spalle. Tutti gli elementi dell'abito, infatti, possono essere perfetti, ma se c'è un difetto nella vestibilità delle spalle l'intera opera sarà rovinata. Fateci caso d'ora in poi, se un vestito vi sembra particolarmente ben fatto, gran parte del merito è di come è stata realizzata la struttura delle spalle. La struttura è determinata dall'imbottitura interna, che aiuta ad esaltare o abbellire la forma del corpo di chi indossa la giacca. Le differenze possono sembrare minime, ma l'effetto finale, una volta indossato l'abito, è lampante. La costruzione può essere morbida e arrotondata, con un effetto che segue la naturale forma del corpo, oppure più angolare, un effetto dato da una spallina imbottita. Questo per uno stile classico. Altro effetto è quello dato dalle spalline concave, per esempio, che creano la classica forma a pagoda per intenderci nonché le preferite di Marc Jacobs negli ultimi anni. Altro aspetto da considerare è il giromanica, vale a dire come la spalla è attaccata alla manica. Il giromanica può essere aperto o chiuso, un piccolo dettaglio che crea una grande differenza. Nel primo caso la rimessa di spalla e manica sono piegate rispettivamente sotto la spalla e sotto la manica e i due pezzi sono cuciti dando forma a una piccola imbottitura. Nel secondo, invece, la rimessa della manica è cucita sotto la spalla, come in una camicia, creando una forma più morbida. Altro caso è quel del giromanica della scuola napoletana, che crea un piccola arricciatura nel tessuto all'attaccatura della spalla, una tecnica che dona alla giacca al giromanica una maggiore mobilità.

Altri elementi essenziali per la giacca

Una volta scelta la conformazione delle spalle che fa al caso vostro, è necessario valutare altri elementi, tra cui la chiusura. Che sia a uno, a più bottoni o doppiopetto, la giacca si dovrebbe abbottonare senza sforzo all'altezza del busto e senza creare pieghe, permettendo movimenti agevoli. La lunghezza della manica è un altro fattore determinante. Il polsino della camicia non deve sporgere né troppo né troppo poco, la misura ideale è poco più di un centimetro. Se la camicia sporge più di così le maniche della giacca sono troppo corte, viceversa saranno troppo lunghe. Come le maniche, anche la lunghezza della giacca stessa segue regole ben precise. Le prove devono essere effettuate con le braccia distese e il fondo della giacca dovrebbe coincidere con il centro della mano, che a sua volta corrisponde alla nocca del pollice. Per quanto riguarda il collo, il retro dovrebbe essere aderente al collo senza creare spazi vuoti né pieghe antiestetiche

I pantaloni

Fondamentali nella scelta dei pantaloni sono la lunghezza della gamba e l'altezza del cavallo. L'orlo, che sia risvoltato o liscio, deve poggiare sulla scarpa senza creare una battuta troppo accentuata. Il che significa che il pantalone deve toccare la scarpa ma l'eventuale piega che si forma deve essere appena accennata. Per quanto riguarda il cavallo invece, per garantire un effetto elegante, non deve essere troppo basso.