Sabato 20 Luglio 2024
CEDITORIALI
Moda

BioPuff, l’alternativa ecologica alla piuma d’oca si realizza partendo dai giunchi

Un nuovo materiale completamente ecologico: quasi 3000 tonnellate di CO2 potrebbero essere risparmiate entro il 2050 grazie al loro utilizzo

Biopuff

Biopuff

Il mondo della moda è uno dei più inquinanti, con l'ombra della fast fashion che incide in modo decisamente significativo nel computo totale delle emissioni di CO2 nell'aria provenienti da questo settore. A farne le spese, oltre all'atmosfera, anche la terra, sfruttata fino all'osso, e gli animali. La salvaguardia del pianeta e la produzione sostenibile stanno dunque diventando temi sempre più centrali nelle case produttrici, incentivate ad investire anche dai governi. Un effetto domino necessario che ha portato alla ricerca e allo sviluppo di materiali più ecologici, come ad esempio il BioPuff, protagonista di queste righe.

Cos'è il BioPuff?

Saltyco è un'azienda britannica specializzata nella creazione di tessuti ecologici. Il BioPuff è opera loro. Si tratta di un materiale prodotto dalla lavorazione dei giunchi, vegetale che cresce in zone umide e paludose, che popola una buona parta del nord-ovest dell'Inghilterra, zona dov'è collocata la sede di Saltyco. Il giunco è una pianta che una volta trattata appositamente ha una struttura simile a quella delle piume, fornendo un isolamento caldo, leggero e resistente all'acqua. Finlay Duncan, co-fondatore di Saltyco ha presentato così le proprietà del nuovo materiale: "Le sue teste di seme possono espandersi circa 300 volte. Ha queste strutture ombrello-come che imitano la struttura naturale della piuma d'oca in termini di fornire quella bella alta, sensazione soffice".

I vantaggi del BioPuff

Per cominciare, le oche ringraziano. E non è poco. In secondo luogo, l'aumento della coltivazione dei giunchi sta dando e darà più lavoro ai contadini del Lancashire, di Manchester e del North Merseyside. La coltivazione dei giunchi avviene in un terreno paludoso, per ora esteso complessivamente per cinque ettari, costituito grazie ad una sovvenzione consistente da parte del governo britannico. Sono necessarie circa venti teste di giunco per produrre materiale sufficiente per una giacca, e si prevede che le prime giunture vengano raccolte dal sito britannico nel 2026. Un progetto che mira a far risparmiare oltre 2800 tonnellate di CO2 entro il 2050. Secondo Saltyco, utilizzare l'imbottitura in BioPuff al posto della tradizionale piuma d'oca, potrebbe aiutare a risparmiare oltre 40 kg in meno di emissioni di anidride carbonica per un singolo piumino. Inoltre, la composizione totalmente naturale del BioPuff lo rende facile da smaltire una volta finito il suo ciclo vitale. Non lascerà quindi scorie che inquineranno l'ambiente, cosa che invece avviene con gli scarti della fast fashion.

I brand che hanno scelto il BioPuff

Una novità che il settore della moda ha già studiato e accettato. Lo scorso anno ha vinto l'H&M foudation Global Change Award, con il noto brand d'abbigliamento che ha già adottato il BioPuff in due collezioni della nuova stagione. Anche il marchio italiano di grande successo Yoox lo ha già scelto per nuovi capi usciti per la stagione autunno/inverno. Saltyco però, ha già fatto sapere di essere in trattativa con numerosi brand di fama mondiale. Insomma, i giunchi si prenderanno la moda, questo è certo, aiutando l'ambiente e un Mondo sofferente. Una novità della quale ne beneficeremo tutti, oche in primis.