Maltempo, nubifragio a Torino (Ansa)
Maltempo, nubifragio a Torino (Ansa)

Roma, 17 agosto 2020 - E' divisa in due parti (non proprio uguali) la settimana del dopo-Ferragosto: oggi e domani temporali al Nord, poi una nuova ondata di caldo africano. Le previsioni del tempo di ilMeteo.it dicono che l'estate andrà avanti a tutta forza sull'Italia. Gli esperti spiegano che in queste ore aria più fresca oceanica richiamata da una vasta depressione sull'Atlantico sta raggiungendo le regioni settentrionali mentre al Centro Sud continua a dominare l'anticiclone. Oggi, lunedì 17 agosto, i temporali in discesa dalle Alpi verso le pianure del Nord Ovest, con un successivo rapido spostamento verso quelle del Nord Est: attese grandinate, improvvisi colpi di vento e calo termico di 5-7 gradi. Martedì 18 agosto - sempre secondo gli esperti di ilMeteo.it - la pressione comincerà lentamente ad aumentare al Nord con ultimi temporali sull'arco alpino, occasionali sulle pianure del Nord Est mentre sul resto del Nord e al centro sud il tempo sarà stabile salvo isolati piovaschi sull'alta Toscana e sulle Marche. Le temperature subiranno una generale diminuzione su tutto il Paese con un clima caldo piacevole ma la situazione cambierà radicalmente" da mercoledì19 agosto, quando "l'alta pressione tornerà a espandersi su tutte le regioni regalando una giornata prevalentemente soleggiata".

Temperature fino a 40 gradi

Da giovedì 20 agosto l'anticiclone africano dal deserto dell'Algeria si innalzerà verso il nostro Paese aria caldissima e ricca di umidità investirà tutte le regioni. Le temperature subiranno un sensibile aumento". Il team del sito avverte che tra venerdì 21 e domenica 23 prossima si toccheranno punte di 38 gradi in Emilia, Toscana, Umbria, Lazio, Puglia e Sicilia. Temperature fino a 43 gradi invece sulle zone interne della Sardegna, la regione pià calda di questa settimana.

Mappa di 3bmeteo: il tempo giorno per giorno

(L'articolo prosegue sotto alla cartina)

Temporali, l'allerta della Protezione civile

Il sistema perturbato di origine atlantica che ha già determinato sulle regioni settentrionali tempo instabile - afferma la Protezione civile -, continuerà ad esercitare la sua influenza anche nella giornata di domani, determinando precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, che localmente potranno risultare di forte intensità. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello di ieri e che prevede dal primo mattino di domani il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Toscana. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni in atto e previsti, è stata valutata per domani allerta gialla per temporali e rischio idrogeologico su Toscana, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Lombardia nord-orientale.

Il maltempo di queste ore

Si contano i primi danni per il nubifragio che si è abbattuto su Torino. Dalla periferia al cento cittadino segnalazioni di allagamenti e danneggiamenti dovuti alla forte grandine. Le stazioni della metropolitana di Principi d'Acaja e Bernini sono inagibili. Un albero è caduto tra corso Matteotti e corso Vinzaglio. Numerose, in vari punti della città, le strade allagate, sia nel centro storico che verso la zona del parco della Pellerina. Allagati alcuni interni di palazzi. Arpa Piemonte ha comunicato che nella stazione di Torino via della Consolata sono stati registrati 72,8 millimetri d'acqua, mentre nella stazione Torino Giardini Reali 61,4 millimetri.