Martedì 18 Giugno 2024

Meteo, ancora maltempo: allerta arancione per 4 regioni del Nord e Toscana. Cosa ci aspetta

Previsti precipitazioni a carattere temporalesco e venti forti. L’allerta è stata prorogata in alcune regioni anche per domenica

Roma, 4 novembre 2023 – Il maltempo continuerà a non dar pace all’Italia: pioggia, temporali e vento forte continueranno a colpire la penisola nelle prossime ore, a partire già dal pomeriggio. Questo emerge dal comunicato della Protezione Civile, che ha indicato l’allerta arancione per cinque regioni: Emilia-Romagna, Toscana, Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Liguria. Le restanti regioni sono invece in allerta gialla.

Maltempo in Toscana, veduta aerea Campi Bisenzio (4 novembre 2023)
Maltempo in Toscana, veduta aerea Campi Bisenzio (4 novembre 2023)

La perturbazione di origine atlantica porterà nella serata di oggi precipitazioni a carattere di rovesci o temporali e forte vento principalmente in Veneto e in Friuli-Venezia Giulia, per poi spostarsi tra la notte e la mattinata di domani verso Umbria, Lazio, zone interne e montuose di Marche, Abruzzo e Molise, sulla Campania e sulla Basilicata. Tra gli altri fenomeni avversi sono segnalati forti venti e frequente attività elettrica

Approfondisci:

Alluvione Toscana, la polemica sulla sicurezza. Il clima e il territorio a rischio. Ora servono nuovi interventi

Alluvione Toscana, la polemica sulla sicurezza. Il clima e il territorio a rischio. Ora servono nuovi interventi

Nella giornata di domenica 5 novembre buona parte dell’Emilia-Romagna, del Friuli-Venezia Giulia, del Veneto e la Toscana settentrionale resteranno in allerta arancione. L’allerta gialla permarrà invece per la Provincia di Bolzano, Umbria, Marche, Lazio, Campania e su alcuni settori di Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Abruzzo, Molise, Basilicata e Calabria.

Approfondisci:

Alluvione, altra notte di paura. A Quarrata nuova rottura dello Stella. Prato, Ombrone sopra il livello di guardia

Alluvione, altra notte di paura. A Quarrata nuova rottura dello Stella. Prato, Ombrone sopra il livello di guardia

Segnali poco incoraggianti in particolare per la Toscana, che sta ancora contando i danni e i morti causati dal maltempo degli scorsi giorni. “Mai così dal 1966”, ha commentato il presidente Eugenio Giani questa mattina mentre visitava i luoghi colpiti dal nubifragio. Intanto si continuano ad evacuare zone e le scuole di Prato resteranno chiuse almeno fino a lunedì 6.