Sabato 22 Giugno 2024

Tre tendenze della moda primaverile: trasparenze, denim e cut-out

Dalle sfilate milanesi arriva l'ispirazione per rinnovare e ricreare il guardaroba della stagione appena iniziata

Il denim proposto da Blumarine

Il denim proposto da Blumarine

La moda passa, ma poi torna. E, in questi tempi, pescare nel passato a noi prossimo capi e suggestioni è un “macro-trend”, così come le pratiche di remake e re-made, anche nella speranza di salvare il salvabile del pianeta. Il che è un sollievo per la più banale, e anche faticosa, operazione che ogni buon 21 marzo porta con sé: il cambio stagione nell'armadio. Certo come ogni anno, armati di buone intenzioni, e forse con i cascami dei consigli sull'ordine di Marie Kondo, accanto alle buste salva maglioni abbiamo anche lo scatolone del "dimenticato", quello che da anni non mettiamo più e che da anni ci ostiniamo a non buttare... E se avessimo fatto bene? A volte i capi si possono “ricreare” e felicemente accostare agli immancabili nuovi acquisti. Per buona pace della Kondo, i “nuovi” trend dettati dalle passerelle milanesi per questa Primavera- Estate potrebbero illuminare la pratica di mescolare quel che abbiamo già, e che forse volevamo addirittura cestinare, con quel che non abbiamo ancora, ma che desideriamo tanto acquistare.

Trasparenze

La trasparenza è fra i trend più rilevanti della stagione. I suoi migliori alleati sono la lingerie e gli hot pants, ovvero i pantaloncini super mini, indossati sotto veli e chiffon. E trasparenze non è sinonimo di nero e neppure di “grande soirée”. Quel suo gioco di “vedo-non vedo”, tra i più seducenti dell'abbigliamento, non è una pratica confinata a feste e appuntamenti particolari, ma è quotidiana. Interpretata in chiave sportiva e altrove romantica, in certe proposte anche grunge, la tendenza è rivelare quel che c'è sotto e, in una parola, sotto c'è il corpo. Che sia esile o abbondante, morbido o spigoloso, non importa, perché l'idea sottesa è l'accettazione di sé come si è, senza paura e senza schemi.

Denim

Il revival del denim non solo non accenna a tramontare, ma continua a sfilare sulle passerelle e, in questa stagione in particolare, soprattutto come total look. Camicie, top, giacche e trench; pantaloni, abiti e gonne, cortissime o lunghissime: il jeans si abbina col jeans e invade anche gli accessori, dalle borse agli stivali. Niente è troppo e niente è out, il vintage si mescola al nuovo, le frange con gli strappi, il cortissimo con l'over e, soprattutto, l'over con l'over. La palette dei lavaggi va dall'azzurro più chiaro al grigio più scuro, passando per il beige fino al nero. Capi intramontabili e “must-have”, quelli realizzati con l'iconica tela blu si riscoprono sempre più eco-sostenibili, e sono protagonisti delle pratiche di riciclo, attente all'ambiente.

Cut-out

Come oblò sul corpo, fra i must della stagione anche i “cut-out” che invadono i capi e mostrano, soprattutto, l'ombelico, ma anche le spalle e i fianchi. Quasi fossero piccole porte d'accesso alla pelle, abitualmente coperta dagli indumenti, sono tagli strategici che rendono abiti, gonne, top, pantaloni e costumi da bagno allusivi e sensuali, conferendo a ogni capo un'atmosfera non convenzionale e audace.