Venerdì 24 Maggio 2024

Il Sundance Film Festival cerca casa. Scade il contratto con Park City

L’evento più importante per il cinema indipendente mondiale potrebbe cambiare sede nel 2026

Robert Redford

Robert Redford

Roma, 18 aprile 2024 - Il Sundance Film Festival, il più famoso appuntamento con il cinema indipendente internazionale, sta cercando una nuova sede. Infatti, scrive Deadline, nel 2026 scadrà il contratto con Park City, la famosa ed esclusiva località sciistica nello Utah che lo ospita dal 1981.

In cerca di una nuova sede

Anche se resta aperta l'opzione di un rinnovo con Park City, gli organizzatori, anche per una questione di forza contrattuale con la cittadina dei vip, hanno già ufficialmente aperto a offerte di altre località degli Stati Uniti. Comunque la decisione su un'eventuale nuova sede, o la conferma, sarà annunciata durante l'edizione 2025.

Nato a Salt Lake City

Comunque anche Park City non è la sede originale, infatti il festival, nato nel 1978 come Utah/United States Film Festival, era stato fondato dalla Utah Film Commission a Salt Lake City allo scopo di dare spazio a sceneggiatori, registi e produttori indipendenti.

Robert Redford

Nel 1981 l'attore Robert Redford, testimonial e mecenate della manifestazione, fondò il "Sundance Institute", una organizzazione non-profit con sede proprio nella cittadina dello Utah, il cui nome è ispirato al personaggio di Sundance Kid, bandito gentiluomo interpretato da Redford nel film Butch Cassidy di George Roy Hill (1969). L'organizzazione si prefiggeva di aiutare cineasti indipendenti e aspiranti professionisti del cinema, oltre a fornire materiale tecnico e corsi tenuti da grandi professionisti. Così nel 1985 il "Sundance Institute" assunse la direzione del festival e nel 1991 lo rinominò "Sundance Film Festival", facendolo diventare un appuntamento internazionale tra i più importanti del cinema.

Tanti cult tra le pellicole del Sundance 

Per le sale cinematografiche di Park City sono passati tra i più famosi registi, sceneggiatori e attori. Tra le pellicole più importanti, molte diventate cult, ricordiamo "Le iene" di Quentin Tarantino, "Sesso bugie e videotape" di Steven Soderbergh, "Hannah e le sue sorelle" di Woody Allen, il documentario "When We Were Kings" di Leon Gast sull'incontro di boxe tra Muhammad Ali e George Foreman a Kinshasa.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro