Sabato 15 Giugno 2024

Strega Giovani a “L’età fragile“ di Donatella Di Pietrantonio

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega Giovani 2024 con "L'età fragile", affrontando il tema della violenza di genere. Antonella Lattanzi e Chiara Valerio si classificano rispettivamente al secondo e terzo posto.

Strega Giovani a “L’età fragile“ di Donatella Di Pietrantonio

Strega Giovani a “L’età fragile“ di Donatella Di Pietrantonio

ROMA

È Donatella Di Pietrantonio con L’età fragile (Einaudi) la vincitrice del Premio Strega Giovani 2024, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Strega Alberti Benevento. "Grazie, non me lo aspettavo. Ringrazio le ragazze e i ragazzi di oggi che troppo spesso sottovalutiamo e invece sono molto altro, una grande famiglia" ha detto la scrittrice emozionata sul palco del Teatro di Tor Bella Monaca alla consegna del Premio. "Mi sento anche di chiedervi scusa a nome di tutta la mia generazione che non ha preparato per voi il migliore dei mondi possibili" ha aggiunto.

Di Pietrantonio che nel romanzo rievoca un fatto di cronaca nera accaduto nel 1997 nella sua terra, il “delitto del Morrone“ in cui furono trucidate due ragazze in escursione sulla Maiella e affronta per la prima volta la violenza di genere, è stata premiata dai giovani con 138 preferenze su 605 voti espressi dalla giuria di ragazze e ragazzi tra i 16 e i 18 anni provenienti da 103 scuole secondarie superiori distribuite in Italia e all’estero. "C’è un ricordo congelato. Un episodio che oggi chiameremo duplice femminicidio" ha detto amcora Di Pietrantonio.

Hanno concorso al riconoscimento i dodici libri candidati al Premio Strega 2024. Sul podio altre due scrittrici: al secondo posto si è classificata Antonella Lattanzi, autrice di Cose che non si raccontano (Einaudi), con 72 voti, e al terzo Chiara Valerio, Chi dice e chi tace (Sellerio), con 67 voti.

Oggi a Benevento la proclamazione dei cinque candidati allo Strega (serata finale il 9 luglio).