Rocío Muñoz Morales: “Ho avuto una relazione tossica, stava per annientarmi. Ma si può rinascere”

L'attrice, conduttrice e modella spagnola moglie di Raoul Bova ha scelto di raccontare la propria esperienza

Rocío Muñoz Morales: "Sono stata in una relazione tossica, oggi sono libera e appagata"
Rocío Muñoz Morales: "Sono stata in una relazione tossica, oggi sono libera e appagata"

Rocío Muñoz Morales si confessa. L'attrice, conduttrice e modella spagnola 35enne, sposata dal 2013 con Raoul Bova, ha deciso di raccontare una parte dolorosa e importante della propria vita. E lo ha fatto scrivendo un lungo post su Instagram. Post nel quale si rivolge direttamente al proprio pubblico, che da anni la segue con grande affetto.

Approfondisci:

Sharon Stone si confessa: sono su Tinder con il mio vero nome, cerco l’amore

Sharon Stone si confessa: sono su Tinder con il mio vero nome, cerco l’amore

"Ormai sapete come sono fatta - scrive l'attrice e conduttrice -: sincera, tendente al sorriso e di pochi fronzoli, ma di tanto cuore. Ma nel il mio percorso come DONNA, ci sono stati momenti su e momenti giù. E per la prima volta, ho deciso di 'mettermi a nudo' per una causa importante, per una ragione umana nella quale credo profondamente. Oggi mi sento libera e appagata, ma nel mio passato c’è una relazione che stava per annientarmi. Ma con forza, determinazione e con le persone che mi amavano per davvero vicino ho riconquistato la gioia della libertà".

"Si può rinascere dopo un amore tossico - racconta citando anche un'intervista rilasciata al settimanale Grazia -. Non è un percorso facile… Avevo 19 anni, ora ne ho 35. Ero una donna molto simile a quella di oggi: stesse idee chiare, sani principi, carattere forte. Per diverso tempo ho pensato di aver trovato l’amore. Ma non era così, perché era un uomo che mi faceva sentire sbagliata. Diventavo un’altra, perdendo la vera me: ero solo la donna che voleva lui. Era un ragazzo irrisolto, problematico. A lungo non ho capito che stava riversando su di me tutte le sue insicurezze. È il meccanismo che si nasconde dietro a ogni violenza psicologica fatta da un uomo su una donna. L’obiettivo è umiliare la compagna, toglierle potere. Ho cercato di allontanarmi, ma era difficile, perché quando sei vicino a una persona tossica, speri che possa cambiare. Ed è come se le tue difese immunitarie nei suoi confronti fossero così basse da annullare ogni tua reazione".

"Ora ho deciso di parlarne pubblicamente per lanciare un messaggio ad altre DONNE - prosegue Rocío Muñoz Morales -. Ho capito che la mia esperienza può essere importante. Il primo consiglio? Ascoltare i campanelli d’allarme. Se siete in una relazione in cui il vostro compagno comincia a non rispettarvi, lasciatelo. Perché se rimani, significa che non stai rispettando te stessa. Con il tempo mi sono ricostruita piano piano un nuovo equilibrio, una nuova sicurezza, liberandomi dai sensi di colpa".  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro