Martedì 18 Giugno 2024
CRISTIANA MARIANI
Spettacoli

Arisa: “Mi piace Giorgia Meloni. Nei Pride basta macchiette, facciamo capire che siamo persone wow”

La cantante a La Confessione di Peter Gomez: “Si comporta solo da mamma preoccupata”

Arisa a 'La confessione'

Arisa a 'La confessione'

Arisa prima fa discutere con le parole e poi mette tutti a tacere con la musica. Di solito succede così, ma questa volta le esternazioni della cantante sono destinate a continuare ad avere un'eco importante. Anche perché non sono di certo banali. Particolari sicuramente, ma banali di certo mai.

E così ecco che a 'La confessione', programma di Peter Gomez in onda sul Nove, Rosalba Pippa ovvero Arisa si è "confessata".

"Giorgia Meloni mi piace. Quando ho scritto un discorso per Le Iene e ho detto questo, alcuni miei amici mi hanno sconsigliato di farlo. Hanno sostenuto che io mi stessi esponendo troppo. E invece no, sarò sicuramente attaccata per questo, ma lo dico: Giorgia Meloni mi piace. Noi siamo abituati a non dare tempo a chi ci governa, invece dobbiamo dare tempo". Peter Gomez la incalza: "Le posizioni di Giorgia Meloni sui diritti Lgbtqia+ non sono proprio aperte". "Giorgia Meloni è come una mamma severa e preoccupata, che ha quattro figli - ha proseguito la cantante -. Bisogna che lei faccia delle cose che vadano bene per tutti e quattro i figli, anche se a volte sembra a uno dei quattro che agisca in maniera poco... Però secondo me ci vuole tempo e ci vuole anche, da parte nostra, un cambio di atteggiamento, non sempre in lotta ma in dialogo".

E qui si inserisce l'argomento Pride. Un tema particolarmente caro alla stessa Arisa, che non ha mai fatto mancare il proprio sostegno alla causa. "Vorrei cercare di ampliare la rappresentanza che abbiamo nei media della comunità Lgbtqia+, che non è fatta solo di macchiette, di cose solo plateali, ma di gente normalissima, colta. Dobbiamo smettere di spaventare, dimostrare che siamo gente wow, gente che fa un certo percorso che sceglie liberamente, che fa una scelta difficilissima, che sviluppa una sensibilità maggiore, è un grande dono - ha affermato -. Mi piacerebbe che le persone avessero la pazienza e l’amore di fargliele capire, perché lei ci può portare ad alti livelli, perché ha molta cazzimma. A noi serve qualcuno che abbia cazzimma e che sta dalla nostra parte, però le cose devono avvenire gradualmente".